MotoGP Argentina: E sulla seconda Honda HRC chi andrà?

MotoGP Argentina: E sulla seconda Honda HRC chi andrà?

Honda HRC, c’è un posto libero accanto a Marc Marquez. Che piacerebbe a tanti. Carlo Fiorani fa il punto della situazione

di Redazione Corsedimoto
PHILLIP ISLAND, VICTORIA - OCTOBER 21: Carlo Fiorani of Italy and HRC Communications Director looks on in box during free practice for the 2016 MotoGP of Australia at Phillip Island Grand Prix Circuit on October 21, 2016 in Phillip Island, Australia. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Si parla tanto di mercato Ducati con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo ancora in bilico, ma in Honda HRC c’è ancora un posto libero accanto a Marc Marquez, già confermato. I candidati sono eccellenti: da Johann Zarco ad Andrea Dovizioso, che per altro in Honda ha già corso, vincendo anche un GP. Com’è la situazione?

SENZA FRETTACarlo Fiorani, responsabile comunicazione di Honda, spiega: “Non abbiamo ancora iniziato a parlare con nessuno. Ma non ci vedo niente di strano: confermato Marquez, non c’è fretta per l’altro pilota e la decisione finale spetta ad Alberto Puig (team manager; n.d.r.) e Tetsuhira Kuwata (direttore HRC; n.d.r.). Sicuramente il primo con il quale parleremo sarà Dani, per tanti motivi. Innanzitutto ha vinto tanto: 54 GP con la Honda, come Doohan. Poi lui è un perfetto uomo squadra: nell’ultimo GP dell’anno scorso, a Valencia, ha fatto esattamente quello che doveva fare. Quindi ha la priorità”.

ALTERNATIVE – E se Dani Pedrosa non fosse disponibile, magari perchè allettato dalla KTM? “Allora bisognerebbe scegliere tra due strade: puntare su un pilota esperto e vincente, come possono essere Zarco o Dovizioso se non dovesse accordarsi con la Ducati. Oppure su un giovane della Moto2” dice Carlo Fiorani.  Dal canto suo il diretto interessato, Dani Pedrosa, sembra tutt’altro che teso: lo spagnolo sa che in ogni caso nel 2019 (e seguenti) sarà in un posto di privilegio. “Ovviamente la mia priorità è rimanere con la Honda, ma quando sarà il momento cominceremo a discutere: la cosa più importante per un pilota è essere veloce, il resto viene da sé” filosofeggia il piccolo Dani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy