MotoGP Argentina Andrea Iannone “Avessi voluto sarei rimasto in Ducati”

MotoGP Argentina Andrea Iannone “Avessi voluto sarei rimasto in Ducati”

MotoGP Argentina Andrea Iannone alla vigilia della MotoGP Argentina rivela “Avessi voluto sarei rimasto in Ducati”

Commenta per primo!

Andrea Iannone intervistato da Paolo Ianieri sull’edizione cartacea di La Gazzetta dello Sport parla a ruota libera. Dell’errore commesso in Qatar, per un lieve contatto con Marc Marquez, del potenziale Suzuki e sui rapporti con la sua ex squadra, la Ducati.

Tanti l’hanno accusata: ecco il solito errore alla Iannone…

“E chi lo dice? Non ci credo che qualcuno lo abbia detto. E poi quali sarebbero i soliti errori alla Iannone. Si, è stato un errore, lo ammetto. Mi sono arrabbiato con me stesso, soprattuto per aver dato questo dispiacere alla squadra, che aveva fatto davvero un gran lavoro. Avevamo recuperato tantissimo dai test, peccato che la gara sia finita in questo modo.”

Cosa le ha lasciato Losail?

“Il week end mi ha confermato che siamo un bel gruppo, lavoriamo bene, reagiamo. E la moto è competitiva. Non siamo ancora al 100%, eppure ce la possiamo giocare. Ora sta a me sfruttare questo potenziale.”

L’Argentina è un’occasione di riscatto?

“Credo che possa essere una gara positiva per noi. Io non posso sbagliare più. La pista mi piace, lì sono sempre andato forte, speriamo. Mi auguro soltanto che le condizioni dell’asfalto non siano così pessime come invece era successo lo scorso anno.”

Un anno fa all’ultima curva buttò giù il compagno Dovizioso. Senza quell’errore Iannone sarebbe ancora in Ducati?

“Lo ripeto ancora una volta. Quello che è successo non ha influito sul mio futuro in Ducati. Se avessi voluto sarei rimasto lì. Invece non abbiamo trovato l’accordo giusto.”

Si aspettava queste difficoltà di Lorenzo in Ducati?

“Non ci ho mai pensato.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy