MotoGP Aragon Conferenza Stampa, le parole dei piloti

MotoGP Aragon Conferenza Stampa, le parole dei piloti

Cosa hanno detto Marc Marquez, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa, Alex Rins e Brad Binder in Conferenza Stampa pre-evento della MotoGP al MotorLand Aragon.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Il MotorLand Aragón ospita questo weekend il quattordicesimo appuntamento di questa stagione 2016, il terzo per quanto riguarda la Spagna dopo Jerez de la Frontera e Barcellona. Questa nuova tappa iridata si apre oggi con la conferenza stampa inaugurale, a cui hanno presto parte il leader iridato MotoGP Marc Marquez, Valentino Rossi, il campione in carica Jorge Lorenzo, il fresco vincitore di Misano Dani Pedrosa, il vice-campione Moto2 Alex Rins ed il leader iridato Moto3 Brad Binder.

Si comincia con Marc Marquez, pronto per affrontare un nuovo GP di casa: “A Misano abbiamo avuto qualche difficoltà. All’inizio ho spinto ma ho avuto qualche problema con la gomma posteriore e stavo anche per cadere, quindi sono rimasto tranquillo. Avrei voluto lottare per la vittoria, ma non è sempre possibile. Il mio compagno di squadra però mi ha anche aiutato! Ho perso pochi punti ed arrivo ad Aragón con 43 punti di vantaggio. Questo è uno dei miei tracciati preferiti, Yamaha è forte ma noi dobbiamo continuare a lavorare sempre nello stesso modo. Non sempre abbiamo ottenuto bei risultati qui, ma vedremo di chiudere bene domenica. Il test dopo Misano è stato interessante, abbiamo raccolto molte informazioni, ma non posso dire niente… Il motore si sta sviluppando bene: rispetto all’anno scorso abbiamo più tempo per provare e vedere cosa non va“.

Valentino Rossi, a podio a Misano e secondo in classifica iridata, è intenzionato a recuperare punti al leader: “La seconda parte della stagione non sta andando male, sono riuscito a guadagnare punti, anche se il distacco dal leader è ancora grande. Stiamo lavorando bene, siamo competitivi, ma qui sarà più difficile: per me non è una delle piste migliori, ma l’anno scorso avevo un buon ritmo in gara e mi sono divertito molto anche se alla fine ho perso la battaglia“. Otto vincitori in otto gare: “Nessuno se l’aspettava. L’anno scorso leggevi sempre gli stessi nomi, mentre ora è diverso e secondo me più interessante. Siamo tutti sullo stesso livello nonostante le moto siano diverse, per questo dobbiamo essere competitivi“.

Salito sul terzo gradino del podio a San Marino, Jorge Lorenzo lotterà per tornare alla vittoria: “A Misano mi aspettavo di più, credevo di essere in grado di lottare per la vittoria. Non mi aspettavo che Dani fosse così forte, ma essenzialmente a fine gara ho visto che mi mancava qualche decimo rispetto agli altri. Negli ultimi due anni ho vinto qui, non è un tracciato che si adatta a Yamaha ma siamo migliorati molto. La velocità sarà importante, ma penso che questo tracciato possa adattarsi bene al nostro telaio“. In riferimento alla diatriba con Valentino Rossi post-GP di Misano, “Non ho cambiato idea“, ha sentenziato il pluri-Campione del Mondo.

Dani Pedrosa, ottavo vincitore in otto gare consecutive, sembra aver finalmente ritrovato il feeling con la sua Honda ed è pronto a combattere ancora: “Sono finalmente riuscito a vincere dopo alcune gare difficili, è stata una bella sensazione e adesso mi sento meglio in sella. In passato mi sono trovato bene qui e speriamo anche quest’anno: certo, abbiamo ottenuto un bel risultato, ma dobbiamo rimanere concentrati e continuare a lavorare. A Misano è andato tutto bene tranne in qualifica, che al momento rimane il mio punto debole, quindi dobbiamo capire cosa c’è che ancora non va. Per quanto riguarda i test, non posso dire nulla più di Marc! [risata] Abbiamo girato con sia con nuovi aggiornamenti che con le versioni precedenti, abbiamo raccolto molti dati“.

Alex Rins, secondo in classifica iridata a soli tre punti da Zarco, promette battaglia fino alla fine per conquistare il titolo: “Sarà un finale di stagione molto interessante! A Misano ho avuto ancora problemi con la spalla ma sono riuscito a realizzare una buona gara prendendo del margine su Zarco. Ora fisicamente sto meglio, la spalla non mi fa più male e faremo del nostro meglio per recuperare ancora qualche punto. Sono riuscito a guadagnare molto nelle ultime tre gare: lui ha avuto qualche problema in più ed io ne ho approfittato. In ogni caso non correrò pensando a campionato, darò il massimo e poi vedremo“.

La corona iridata è ormai ad un passo, visto il grande vantaggio sugli inseguitori, ma Brad Binder non vuole rilassarsi ed è pronto a lottare: “Se devo essere sincero non mi aspettavo di trovarmi in questa situazione, anche se devo ammettere di esserne contento. Questo weekend sarà come tutti gli altri: devo rimanere concentrato giro dopo giro, alla fine penseremo al resto. I miei amici volevano venire ad Aragón, ho detto di no! Per me la situazione è cambiata solo per quanto riguarda le interviste, ma per il resto non mi sento sotto pressione, non è cambiato nulla“.

In chiusura ai quattro piloti MotoGP è stato chiesto un pronostico su chi può essere il nono vincitore consecutivo quest’anno. Mentre Pedrosa si è mantenuto vago, sostenendo che con le condizioni trovate quest’anno in gara tutto è possibile, Marquez è stato il primo a ipotizzare una possibile vittoria di Andrea Dovizioso, idea condivisa poi anche da Rossi e Lorenzo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy