MotoGP: Aprilia riemerge, Aleix Espargaro nono sull’Isola

MotoGP: Aprilia riemerge, Aleix Espargaro nono sull’Isola

Lo spagnolo parte dal fondo ma porta la RS-GP al nono posto

di Redazione Corsedimoto
Aleix Espargaro

Era stata una pessima vigilia per l’Aprilia a Phillip Island, fra evoluzioni bocciate e ritorno a soluzioni 2017. La strada giusta sembrava smarrita, invece Aleix Espargaro ha trovato il giusto assetto per la gara, cogliendo un nono posto incoraggiante (qui cronaca e classifica del GP). I nuovo materiali portati a Phillip Island, anche in vista della evoluzione per il 2019, hanno avuto bisogno di molte prove per trovare la giusta messa a punto. La posizione di partenza ha molto penalizzato Espargaró che ha corso tutta la gara in rimonta girando con tempi molto interessanti e risalendo fino all’ottavo posto, perduto nell’ultimo giro. Il pilota spagnolo ha dovuto anche fare i conti con il dolore alla mano sinistra, colpita nel corso del sesto giro da un detrito in seguito all’incidente fra Marquez e Zarco.

In rettilineo ero nella scia di molti piloti e a un certo punto un pezzo della moto di Marc mi ha colpito la mano sinistra” racconta Aleix Espargaro. “Ho iniziato a sentire dolore, fortunatamente in MotoGP usiamo la frizione solo in partenza quindi sono riuscito a finire la gara. Valuteremo la situazione in vista della Malesia. Dopo un weekend non facile, nel warmup abbiamo fatto un grosso passo avanti e in gara sono riuscito a guidare in maniera molto incisiva. Lo dimostra il fatto che abbiamo girato più veloci della qualifica, purtroppo negli ultimi giri la gomma morbida posteriore ha iniziato a soffrire e non sono riuscito a mantenere l’ottavo posto. In ogni caso il risultato è buono, considerando il grande lavoro svolto durante questo fine settimana con due moto diverse”.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy