MotoGP, Andrea Iannone: “Ritorno in Ducati? Solo chiacchiere”

MotoGP, Andrea Iannone: “Ritorno in Ducati? Solo chiacchiere”

Andrea Iannone sembra respingere l’ipotesi di un possibile ritorno in Ducati. Danilo Petrucci promuove Andrea Dovizioso, ma scalpita per un posto nel team ufficiale.

di Luigi Ciamburro
Andrea Iannone

Maggio sarà un mese decisivo per il futuro della Ducati che rischia di perdere entrambi i due piloti ufficiali. Ma se dai vertici di Borgo Panigale si preferisce lasciare tutto in sospeso per Jorge Lorenzo, che certo dovrà vedersi più che dimezzato l’attuale ingaggio, su Andrea Dovizioso c’è la seria volontà di proseguire, consapevoli che non sarebbe facile trovare un rimpiazzo all’altezza per il 2019. Resta però da sciogliere il nodo contratto mettendo fine a un lungo tira e molla che rischia di far spezzare la corda e ricorrere ad un piano B o C. (Qui il video della caduta di Marquez nei test al Mugello)

IPOTESI IANNONE – Tanti i nomi che sono stati avanzati nei giorni scorsi, a cominciare da un possibile ritorno di Cal Crutchlow e Andrea Iannone, ma il pilota di Vasto, in occasione della mostra ideata da Drudi Performance al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, sembra allontanare questa ipotesi: “La mia priorità è restare in Suzuki, stiamo discutendo del nostro futuro. Un ritorno in Ducati? Bisogna avere delle proposte prima di valutare determinate situazioni, in questo momento sono solo chiacchiere. Per adesso mi godo la squadra che ho, vedremo cosa accadrà in futuro”. D’altronde i risultati iniziano ad arrivare e interrompere questo feeling in ascesa tra ‘The Maniac’ e la GSX-RR sarebbe come bruciare due anni di carriera per un ritorno al passato che sembra quasi impossibile.

IPOTESI PETRUCCI – Dalle retrovie scalpita Danilo Petrucci che non ha mai nascosto il sogno di salire su una Desmosedici del team ufficiale e prendere il posto di Lorenzo o Dovizioso. “Oltre che uno dei migliori piloti, Andrea è una delle persone più buone all’interno del paddock“, ha dichiarato Petrux a Sky Sport. “Gli voglio molto bene perchè mi ha insegnato moltissimo. Anche se lui non lo sa io guardo sempre i suoi dati. E’ uno che quando lo incontro in pista mi fa stare dietro, anche quando ci potrebbe rimettere, quindi spero che continui perchè in questo momento devo dire, da ducatista, che ha qualcosa in più sia rispetto a me che a Lorenzo. Ha un gran feeling con la moto e sarebbe un peccato se si separassero. Non so quali sono i nodi che devono sciogliere, ma spero ci sia l’impegno da parte di tutti e due per continuare – ha concluso Danilo Petrucci -. Poi vediamo se ci scappa un posto pure per me“.

MotoGP Mugello: i biglietti e le offerte ancora disponibili

Motomondiale 2018: le quote scommesse di JohnnyBet

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy