MotoGP, Andrea Dovizioso: “Marquez e Honda più forti dell’anno scorso”

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Marquez e Honda più forti dell’anno scorso”

Andrea Dovizioso a Valencia per chiudere una stagione di alti e bassi. L’obiettivo per il prossimo anno resta chiaro: “Il Mondiale possiamo giocarcelo veramente”.

di Luigi Ciamburro
Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso ha blindato il secondo posto iridato a Sepang e può già pensare allo sviluppo della Desmosedici GP19. Un anno fa era qui a Valencia per giocarsi le ultime speranze di diventare campione del mondo, quest’anno la corsa al titolo si è conclusa in anticipo a causa di qualche errore di troppo ad inizio stagione da parte del forlivese: “Siamo partiti bene quest’anno, poi siamo incappati in qualche zero di troppo, però ci sono serviti per ritornare così competitivi da Brno in avanti. Siamo riusciti a ritrovare la strada – ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport MotoGP – e siamo diventati più competitivi della prima gara in Qatar“.

Ducati e il Dovi possono ritenersi abbastanza soddisfatti per il risultato finale. Nonostante il grande step compiuto negli ultimi mesi il binomio Marquez-RC213V ha una marcia in più e, per puntare al primato nel 2019, servirà rasentare la perfezione ad ogni gara. “È stata una stagione molto strana soprattutto per il mio standard, ci sono stati molti alti e bassi che non è normale vedere su di me, però alti belli e importanti. Non posso darmi 10, ma forse 8 perché alla fine dopo Barcellona eravamo lontani, siamo diventati molto più competitivi da Brno in avanti e ci siamo giocati quasi tutte le gare fino a fine gara, fino alla fine della stagione – ha sottolineato Andrea Dovizioso -. Purtroppo non ci siamo giocati il campionato come l’anno scorso fin qui Valencia, ma abbiamo fatti dei grossi passi avanti. Secondo me Marc e Honda erano parecchio più forti dell’anno scorso“.

Ancora una volta la casa di Borgo Panigale ha sorpreso, mette in cassaforte il secondo posto e può ripartire da una base ben solida su cui apportare delle modifiche per aumentarne la competitività su ogni circuito e in qualsiasi condizione. “Abbiamo già sorpreso l’anno scorso perché non eravamo abituati a stare davanti, però siamo la sorpresa perché il Mondiale ce lo possiamo giocare veramente“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy