MotoGP, Andrea Dovizioso: “Lorenzo o Petrucci… non cambia nulla”

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Lorenzo o Petrucci… non cambia nulla”

Andrea Dovizioso riassume le ultime due stagioni al fianco di Jorge Lorenzo: “Perdere contro Marquez è diverso da perdere contro Lorenzo”.

di Luigi Ciamburro
Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo condivideranno il box per l’ultima volta a Valencia, poi sarà l’addio, al termine di una stagione costellata di guerre verbali e tensioni spesso covate sotto la cenere. Un rapporto iniziato all’insegna della piena collaborazione, con il maiorchino sempre pronto ad applaudire il compagno sotto al podio, fino ad arrivare ai ferri corti con l’ultimo botta e risposta in Malesia. Dal martedì post Valencia Lorenzo si unirà ad un altro compagno di squadra “difficile” come Marc Marquez nel box Honda, mentre al fianco del Dovi ci sarà Danilo Petrucci, un collega assai meno scomodo di Jorge.

Dopo due stagioni la difficile convivenza arriva al capolinea, portando con sè pro e contro. “La prima stagione è andata come mi aspettavo: Jorge ha rinforzato molto la mia posizione in Ducati perché ha confermato le mie indicazioni e questo è stato molto positivo“, ha dichiarato Andrea Dovizioso ad Autosport. “Ogni pilota ha le sue caratteristiche particolari, compreso Jorge. È una persona strana, ha i suoi punti di forza e difetti, come tutti“. Nel 2018 l’atmosfera è cambiata, soprattutto dopo l’ordine di scuderia non rispettato a Valencia alla fine della scorsa stagione. “Quest’anno non è stato facile perché quando ha iniziato ad andare veloce, l’atmosfera nel box era più tesa, come è normale quando hai due piloti che lottano per la vittoria… Perdere una battaglia contro Marc è diverso da perdere contro Lorenzo. Molte persone lavorano per entrambi e ciò che fai ha un effetto su di loro“.

Dal prossimo anno ci sarà Petrux al suo fianco, ma a suo dire non sposta di molto l’ago della bilancia. L’obiettivo resta l’inseguimento del titolo mondiale, potendo fare leva su una Desmosedici altamente competitiva, nettamente in crescita dopo la pausa estiva, competitiva su tutti i circuiti, o quasi. “Quando è iniziata la stagione l’obiettivo era quello di ottenere il titolo, indipendentemente dal fatto che avevo Jorge accanto a me – ha concluso Andrea Dovizioso –. L’anno prossimo non cambierà nulla“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy