MotoGP, Andrea Dovizioso: “Gestione gomme segreto del Sachsenring”

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Gestione gomme segreto del Sachsenring”

Andrea Dovizioso 5° al termine delle qualifiche del GP del Sachsenring. “Più che la velocità qua conterà la gestione delle gomme”.

di Luigi Ciamburro
Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso partirà dalla quinta casella in griglia dopo i primi tre turni di prove libere non particolarmente brillanti, uno sterile best lap nella FP4 e dopo essere stato costretto a guadagnarsi la Q2 passando per la Q1. L’aerodinamica Ducati non può fare miracoli sul circuito del Sachsenring che sembra fatto su misura per Marc Marquez, autore della pole e del giro record (qui cronaca e classifica della qualifica)

Il forlivese continua a lamentare un non perfetto feeling con le gomme. Michelin avrebbe modificato leggermente la carcassa rispetto all’anno scorso, con conseguenze sul comportamento delle mescole a cui bisognerà adattarsi, compito riuscito meglio in casa Honda fino a questo momento. “E’ andata bene, stamattina per qualche millesimo non siamo entrati nella top-10, sempre una bega il sabato mattina, siamo tutti veloci ed è un attimo essere fuori. Il problema è il limite delle gomme, fortunatamente la media andava abbastanza bene. Siamo riusciti a fare un gran bel tempo alla fine, abbiamo fatto modifiche al set-up, ma non ci abbiamo capito tanto, perchè il grip cala talmente tanto che non permette di avere dei feedback precisi“.

Nella quarta sessione di prove Andrea Dovizioso ha siglato il best lap che, seppur sterile ai fii delle qualifiche, ha elargito buone sensazioni in ottica gara. “Alla fine anche nel turno 4 in linea con gli altri piloti che avevano usato gomme nuove siamo stati veloci. Per la gara non saprei, siamo veloci ma il calo gomme non ce l’ha nessuno sotto controllo secondo me, quindi dobbiamo essere forti su questo. Più che la velocità qua conterà la gestione delle gomme, più di altre piste – ha concluso il forlivese a Sky Sport -. Non so se staremo a posto per stare davanti“.

MotoGP, L’addio di Dani Pedrosa: Triste, solitario y final

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy