MotoGP Alex Rins operato, tornerà fra otto settimane

MotoGP Alex Rins operato, tornerà fra otto settimane

MotoGP Alex Rins operato al polso sinistro, tornerà fra otto settimane. A Jerez al suo posto il tester Takuya Tsuda

Operazione perfettamente riuscita per Alex Rins: dopo la frattura al polso sinistro riportata in seguito ad una caduta durante le prove libere ad Austin, il pilota spagnolo si è sottoposto oggi ad un intervento all’Ospedale Universitario Dexeus di Barcellona. La riabilitazione inizierà tra una decina di giorni ed è esclusa la sua presenza a Jerez, tappa nella quale verrà sostituito dal tester Takuya Tsuda: si pensa ad un ritorno in pista tra sei od otto settimane.

Continua a fatica l’adattamento di Alex Rins alla categoria regina: nel corso della terza sessione di prove libere del Gran Premio delle Americhe il giovane rookie, appena ristabilito da un piccolo infortunio alla caviglia riportata durante un allenamento poco prima della tappa argentina, è scivolato riportando la frattura dell’ulna e del radio del polso sinistro, fatto questo che gli aveva precluso la possibilità di arrivare alla fine del weekend di gara. Dopo un trattamento per stabilizzare la frattura attuato da parte del dottor Austin Hill, ortopedico e traumatologo del University Medical Center Brackenridge, Rins era rientrato in Spagna lunedì, ma l’operazione è stata posticipata in attesa che l’infiammazione diminuisse.

Nella giornata odierna è avvenuto infine l’intervento: l’equipe del dottor Xavier Mir, primario dell’unità di trattamento della mano e coordinatore del servizio di traumatologia per la MotoGP, ha fissato le due ossa rotte ed il polso con due placche in titanio. Sarà necessario però valutare anche la lesione riportata al nervo ulnare, con nuovi esami fissati tra due settimane. “Alex Rins è stato operato per una frattura scomposta” ha dichiarato il dottor Xavier Mir, “alla quale sono state applicate due placche in titanio. Ieri però è stato effettuato anche un esame neurologico che ha confermato la lesione del nervo ulnare nella caduta. Entro dieci giorni Rins potrà cominciare la riabilitazione ed in seguito realizzeremo un nuovo esame per valutare il recupero del nervo.”

Chiaramente il pilota spagnolo non potrà prendere parte alla tappa di Jerez, prevista tra poco meno di due settimane. Al suo posto ci sarà Takuya Tsuda, tester della squadra giapponese, che affiancherà Iannone anche nella giornata di test successiva al Gran Premio spagnolo. “L’intervento è andato bene” ha dichiarato Rins, “Voglio ringraziare personalmente il dottor Mir ed il suo staff per le attenzioni ricevute in questi giorni in ospedale. I messaggi ricevuti attraverso i social mi incoraggiano molto, soprattutto per l’affetto mostrato da tutte le persone del team Suzuki. Non vedo l’ora di cominciare la riabilitazione e di tornare a competere il più presto possibile.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy