MotoGP, Aleix Espargarò: “Il 2019 potrebbe essere l’ultimo anno in Aprilia”

MotoGP, Aleix Espargarò: “Il 2019 potrebbe essere l’ultimo anno in Aprilia”

Aleix Espargarò è deluso per i risultati con Aprilia. se il prototipo 2019 non migliorerà lo spagnolo potrebbe decidere di non rinnovare con la Casa di Noale.

di Luigi Ciamburro
Aleix Espargarò

Il sesto posto ad Aragon sembra destinato ad essere un caso isolato nella stagione 2018 di Aleix Espargarò, ancora alle prese con una Aprilia RS-GP in difficoltà soprattutto in termini di accelerazione, grip e velocità di punta. “Quest’anno è stato un disastro”, ha ripetuto più volte lo spagnolo che, dopo 15 gare, occupa la 16esima piazza in classifica piloti, mentre il collega di box Scott Redding è solo 21esimo.

Dopo la grande prestazione al MotorLand era attesa una conferma dalla moto di Noale, per celebrare quel fatidico step atteso da mesi, ma il Buriram ha riportato il team italiano ad una dura realtà, in attesa che l’arrivo di Andrea Iannone possa contribuire all’evoluzione del prototipo MotoGP. La situazione comincia a farsi pesante per il fratello maggiore degli Espargarò e non nasconde un certo malumore. Il suo contratto con Aprilia scadrà a fine 2019 e non sembra destinato ad essere rinnovato ulteriormente se non verranno investiti uomini e risorse. “Abbiamo test ogni settimana e negli ultimi tre mesi sono stato a casa solo per dieci giorni. Tuttavia, non miglioriamo affatto“, ha spiegato ad ‘Autosport’. “La moto 2019 deve essere competitiva, perché quest’anno è stato un disastro. Sono troppo competitivo per sentirmi come se stessi riempiendo un posto in griglia. Se devo finire ancora un altro anno per fare 17° e rischiare in ogni gara, sarebbe il mio ultimo anno“.

I settori che urgono di miglioramenti sono il motore e l’elettronica, al fine di garantire maggior potenza sui rettilinei e grip al posteriore. Quasi a nulla sono servite le modifiche alla geometria della moto e alla distribuzione dei pesi, servono decisivi passi avanti per abbandonare la posizione di fanalino di coda del campionato. “Credo in Romano Albesiano e mi piacerebbe credere che la moto andrà bene il prossimo anno“, ha aggiunto Aleix Espargarò. “Siamo il produttore più piccolo del settore e dobbiamo crescere. Possiamo anche contare su Iannone nel 2019. È un pilota molto veloce che quest’anno sta conquistando diversi podi“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy