MotoGP Adesso sapremo in tempo che gomme usano!

MotoGP Adesso sapremo in tempo che gomme usano!

Un sistema wireless introdotto dalla Michelin permettera alle TV di conoscere le scelte in tempo reale. Ma anche ai team avversari…

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Sono gli ultimi giorni di quest’anno, ma ricchi di lavoro per la Gran Prix Commission, che si è nuovamente riunita e ha emanato un comunicato in cui vengono spiegate alcune novità tecniche, effettive in MotoGP già a partire dal 2017.

Per prima cosa, ci sarà l’identificazione automatica delle gomme: la collaborazione tra Michelin ed i costruttori porterà all’applicazione di un nuovo sistema wireless che permetterà a piloti, squadre ed emittenti televisive di conoscere le mescole in uso in tempo reale. Un’altra novità è che, per ridurre lo svantaggio sentito dai due piloti che dopo aver disputato la QP1 ottengono l’accesso alla QP2, questi avranno a disposizione una gomma morbida in più per il posteriore.

Per finire, ecco una precisazione per quanto riguarda le mescole a disposizione dei piloti: con il comunicato seguito alla riunione del 2 dicembre, con cui si aboliva la presenza di gomme intermedie, si manteneva invariato il numero di pneumatici da bagnato e da asciutto. Tutto ciò non è propriamente corretto, perché la Commissione ha deciso che il numero massimo di gomme da bagnato a disposizione dei piloti sarà di cinque anteriori e sei posteriori. La Direzione Gara poi potrà considerare anche l’utilizzo di un’ulteriore gomma, sia anteriore che posteriore, solo se sia le prove libere che le qualifiche si sono svolte in condizioni di bagnato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy