MotoE: Ajo Motorsport annuncia Niki Tuuli

MotoE: Ajo Motorsport annuncia Niki Tuuli

Niki Tuuli rimarrà nel paddock del Motomondiale, ma nel 2019 disputerà la prima stagione in MotoE come pilota Ajo Motorsport.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Lista di piloti quasi completamente definita per la prima stagione della FIM Enel MotoE World Cup, al via nel 2019. Anche Ajo Motorsport ha ufficializzato il nome del suo pilota: si tratta di Niki Tuuli, attualmente attivo nella categoria Moto2 del Campionato del Mondo (ingaggiato da SIC Racing Team al posto di Zulfahmi Khairuddin) e pronto così ad una nuova sfida con Ajo MotoE Team in sella ad una moto elettrica.

Il ventitreenne pilota di Myrskylä rimarrà così nel paddock del Motomondiale, nel quale è arrivato quest’anno. Il suo esordio internazionale risale al 2013, quando debutta nel campionato europeo Superstock 600, nel quale rimane anche nelle due stagioni successive, ingaggiato da Kallio Racing. Nel 2015 registriamo la sua prima wild card nel Mondiale Supersport, seguite da altre tre apparizioni la stagione successiva prima di diventare pilota titolare in quel campionato nel 2017: conquista una vittoria, un terzo posto ed una pole position, chiudendo in settima piazza iridata. Comincia il 2018 sempre nello stesso campionato, prendendo parte a cinque gare prima di esordire in Moto2.

“Voglio ringraziare Aki Ajo e Ajo Motorsport per questa grande opportunità” ha dichiarato Niki Tuuli. “Non mi aspettavo di partecipare alla prima stagione in MotoE con questa squadra, da finlandese sono contento di correre con Ajo. Sarà un’esperienza interessante per tutti, perché nessuno sa cosa aspettarsi. Non ho mai provato una moto elettrica, dovrò conoscerla un po’ alla volta ed i primi test a Jerez saranno una bella novità, ma possiamo fare un buon lavoro.”

“Conosco Niki da quando era solo un bambino, l’ho seguito per tutta la sua carriera” ha aggiunto il Team Manager Aki Ajo riguardo al suo nuovo pilota (con il quale ha già lavorato in passato per alcune sessioni di test in Moto2). “Ha un grande futuro davanti a lui e riteniamo che la MotoE sia per lui un’occasione per crescere ulteriormente come pilota. La MotoE è l’inizio di una nuova era per il Motomondiale e siamo davvero entusiasti ed orgogliosi di farne parte fin dall’inizio.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy