Moto3: Tutta la gioia di Lorenzo Dalla Porta “Quanto ho urlato, che grande emozione!”

Moto3: Tutta la gioia di Lorenzo Dalla Porta “Quanto ho urlato, che grande emozione!”

Lorenzo Dalla Porta è stato il primo pilota domenica a far risuonare l’inno di Mameli a Misano: per lui è arrivata la prima vittoria iridata.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Il primo italiano ad aprire la trionfale domenica per il nostro movimento motociclistico è il giovane Lorenzo Dalla Porta, protagonista di un’intensa battaglia in Moto3 fino ad ottenere quel grande risultato, la prima vittoria nel Campionato del Mondo. Come sempre le gare nella categoria minore non sono facili, visto il gran numero di piloti coinvolti ed i numerosi sorpassi da cardiopalma di cui i giovanissimi si rendono sempre protagonisti. Nel giorno dell’errore all’ultimo giro di Bezzecchi, che consegna la leadership iridata a Martín, è lui l’eroe tricolore in Moto3.

Scattato dall’ottava piazza in griglia, Dalla Porta si è subito mostrato come uno dei piloti da battere. Una caduta multipla ha poi diviso il gruppo: tra i primi cinque in fuga fino al traguardo c’era anche lui, pronto a misurarsi con Martín, Bezzecchi, Rodrigo e Di Giannantonio per conquistare l’ambito risultato, questa volta decisamente alla sua portata. Una volta scivolato via l’alfiere PrüstelGP, i quattro piloti rimasti hanno dato vita ad un ultimo giro da paura: Dalla Porta è riuscito infine ad inserirsi tra i due portacolori di Fausto Gresini, tagliando il traguardo con solo 58 millesimi di vantaggio sul primo di loro, Jorge Martín.

Se il padre al box era senza parole per l’emozione di aver visto il suo ragazzo vincere, al pilota la voce non è mancata. “Dopo il traguardo ci ho messo tanto a tornare, dentro il casco ho urlato tanto!” ha dichiarato ‘FromTheDoor’, lo scherzoso soprannome che usa il suo box. Primo successo iridato alla gara numero 48 nel Mondiale, “come il numero della mia moto, come l’anno di nascita di mia nonna: un segno del destino!” Un primo successo fatto di tanta grinta e determinazione, nel corso di quella che si sta rivelando decisamente come la sua stagione migliore, nonché la seconda completa nel Motomondiale (nel 2015 e nel 2016 ha disputato solo alcune wild card e gare in sostituzione di altri piloti). Il fatto curioso è che si tratta solo del suo secondo podio, dopo aver conquistato un terzo posto a Losail 2018.

“Sto vivendo una grande emozione: qui a Misano, nel weekend della conferma con Leopard Racing!” Proprio il giorno prima infatti la sua squadra aveva ufficializzato il rinnovo per un’altra stagione: quale miglior modo per festeggiare? Senza contare che si trattava del secondo appuntamento della stagione 2018 sul suolo italiano, come sempre uno stimolo in più per i nostri portacolori. “Volevo fare bene davanti al pubblico di casa” ha proseguito Dalla Porta, “sono partito bene e ho cercato di tenere il mio ritmo. Eravamo in cinque in testa, ma mi sentivo forte e sapevo di avere qualcosa di più nei curvoni veloci.”

Un ‘qualcosa’ che gli ha permesso di cogliere con un ultimo scatto (come detto, il vantaggio finale su Martín e Di Giannantonio è davvero questione di pochi centesimi) un grande traguardo personale nel Campionato del Mondo: “E’ la mia prima vittoria mondiale, sudata e meritata, anche per tutti i sacrifici che ho fatto. Ho sentito l’affetto del pubblico e voglio ringraziare la mia famiglia, i miei tifosi e tutto il team, oggi la moto era fantastica!”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy