Moto3 Texas Qualifiche Strepitosa pole di Aron Canet

Moto3 Texas Qualifiche Strepitosa pole di Aron Canet

Pole e nuovo record del COTA per Aron Canet che rifila distacchi importati a Joan Mir e Romano Fenati, con quest’ordine a completare la prima fila.

Pole position da record per Aron Canet ad Austin: lo spagnolo del team Estrella Galicia 0,0 realizza una serie di tempi inarrivabili per chiunque assicurandosi così per la seconda volta in carriera la prima casella in griglia. Scatta dalla seconda posizione il leader iridato Joan Mir, mentre chiude la prima fila Romano Fenati, ma è una top ten ricca per i nostri piloti, con Bulega quarto, Di Giannantonio sesto davanti a Bastianini ed Antonelli.

La sessione si apre con un Aron Canet da record, che dopo pochi minuti abbassa il miglior tempo assoluto ottenuto nelle ultime libere da Fenati, lasciando gli inseguitori a debita distanza. Registriamo però parecchie cadute nel corso di queste qualifiche: la prima è della wild card Gabriel Martinez-Abrego (che poi a fine turno finirà a terra una seconda volta), seguita poi da quelle di Kaito Toba, Bo Bendsneyder, Tatsuki Suzuki, Nakarin Atiratphuvapat, Andrea Migno, Juanfran Guevara. Ciò che colpisce di più però è un inarrestabile Canet, che a pochi minuti dalla fine chiude un altro giro lanciato in 1:14.644, conquistando nettamente la pole position: Joan Mir e Romano Fenati, rispettivamente secondo e terzo, sono i più vicini allo spagnolo con poco meno di un secondo di ritardo.

Apre la seconda fila Nicolò Bulega davanti a Jorge Martin e Fabio Di Giannantonio, mentre scatterà dalla settima casella Enea Bastianini, che precede Niccolò Antonelli e John McPhee. Chiude la top ten Bo Bendsneyder, mentre questi sono i piazzamenti degli altri nostri portacolori: Tony Arbolino chiude con il dodicesimo tempo, Andrea Migno è diciannovesimo, Marco Bezzecchi è ventiseiesimo, Lorenzo Dalla Porta è ventottesimo davanti a Manuel Pagliani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy