Moto3 Texas Gara Romano Fenati torna alla vittoria

Moto3 Texas Gara Romano Fenati torna alla vittoria

Sotto pressione sbaglia Canet, da dominatore Romano Fenati (Team Marinelli Rivacold Snipers) conquista la vittoria in Texas. Sul podio Fabio Di Giannantonio.

Splende il tricolore sul tracciato di Austin: Romano Fenati, dopo una bella battaglia con Aron Canet (poi caduto) conquista la vittoria sul tracciato texano, esattamente un anno dopo il suo ultimo successo in Moto3. Terzo podio in tre gare per Jorge Martin, secondo davanti al compagno di squadra Fabio Di Giannantonio, mentre chiudono in top ten anche Enea Bastianini (4°) e Nicolò Bulega (5°).

Si spegne il semaforo ed assistiamo all’ottimo scatto di Canet, con Mir subito a ruota ed in grado assieme al connazionale di creare subito un ampio margine sugli inseguitori Bulega, Bastianini, Martin e Fenati. Registriamo le prime cadute: cominciamo con Manuel Pagliani alla curva 11 e Bo Bendsneyder (terzo zero in tre gare). Dopo tre giri però viene esposta la bandiera rossa e la gara viene bloccata in seguito all’incidente di Kaito Toba alla curva 14, rimasto per qualche secondo sul cordolo prima di rialzarsi ed allontanarsi dalla pista. La gara verrà poi ridotta a 12 giri e prenderà il via con le stesse posizioni ottenute in qualifica: solo Bendsneyder non è in grado di ripartire per i danni riportati alla sua KTM, mentre Pagliani è regolarmente in griglia e Toba (ripartito proprio all’ultimo, oltre i 60 secondi utili per la breve procedura di partenza) scatta dalla pit lane.
È un copione un po’ diverso rispetto alla prima partenza: non abbiamo Canet e Mir già in netto vantaggio sui rivali, ma vediamo subito il poleman, autore nei primi giri del nuovo record della pista, insidiato da Fenati. Finisce definitivamente la gara di Kaito Toba, caduto alla curva 2, ma arriva poco dopo il vero colpo di scena: Aron Canet è protagonista di un violento highside alla curva 19 che lo pone fuori dai giochi. Fenati si trova così primo ed accumula un importante vantaggio sul folto gruppo di inseguitori che battaglia per le posizioni del podio. Assistiamo intanto ad un salvataggio spettacolare di Atiratphuvapat, disarcionato dalla moto alla quale è rimasto però aggrappato riuscendo in corsa a tornare in sella ed a continuare la gara, mentre va peggio a Suzuki, ritirato dopo una caduta.

Romano Fenati taglia per primo il traguardo, conquistando l’ottava vittoria in carriera con un margine importante su Jorge Martin (tre podi in tre gare per lo spagnolo) e Fabio Di Giannantonio, che vincono la battaglia per il podio con Enea Bastianini, Nicolò Bulega, Juanfran Guevara, John McPhee, Joan Mir (che rimane primo in classifica generale) e Phillip Öttl, al traguardo in quest’ordine. Così gli altri italiani: Andrea Migno è dodicesimo, Niccolò Antonelli è quattordicesimo, Marco Bezzecchi è diciassettesimo, Tony Arbolino è ventesimo, Manuel Pagliani è venticinquesimo davanti a Lorenzo Dalla Porta

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy