Moto3 Test Valencia: Fenati e Navarro al top, 3° Bulega

Moto3 Test Valencia: Fenati e Navarro al top, 3° Bulega

Conclusi i test a Valencia con Romano Fenati e Jorge Navarro accreditati del miglior crono ufficioso in 1’39″4, a seguire Nicolò Bulega è 3° assoluto.

Sventola il tricolore nella conclusiva giornata di Test privati della classe Moto3 al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo. Con un best lap “ufficioso” di 1’39″4 Romano Fenati, ad ex-aequo con Jorge Navarro (Honda Monlau), ha comandato la graduatoria dei tempi con la prima delle tre KTM RC 250 GP schierate dallo Sky Racing Team VR46 seguito a breve distanza dal suo (nuovo) compagno di squadra Nicolò Bulega, 3° assoluto in 1’39″6 da ‘rookie’ e da Campione del Mondo Junior Moto3 (CEV) in carica. Accreditato di un miglior giro in 1’40″2 invece Enea Bastianini mentre tra i ‘big’ nessun tempo dichiarato per Niccolò Antonelli, alle prese con una clavicola dolorante.

FENATI SUBITO AL TOP, CONFERMA BULEGA – Alla sua quinta stagione nel mondiale e terza consecutiva con lo Sky Racing Team VR46, Romano Fenati ha mostrato subito i suoi propositi ambiziosi per un 2016 che lo vedrà, per l’ultimo anno, impegnato in Moto3. L’ascolano in 1’39″4, al pari di Jorge Navarro (con Honda Monlau incappato in una scivolata senza conseguenze), è stato il più veloce in pista, mostrandosi “soddisfatto del lavoro compiuto oggi: ho girato molto forte completando positivamente una simulazione di gara“. Rispetto a 12 mesi or sono (non al meglio per la frattura della clavicola in allenamento con il Supermotard) tutta un’altra vita per ‘Fenny Five’, velocissimo così come il suo nuovo compagno di squadra Nicolò Bulega che ribadisce tutto il suo potenziale velocistico ed un feeling esagerato con Valencia: 1’39″6 nonostante una scivolata, il tutto da ‘rookie’ e sul tracciato dove ben figurò da wild card (12° all’esordio) e si assicurò il titolo nel CEV Moto3 lo scorso mese di novembre. “La moto mi piace e con il team mi trovo bene“, ha ammesso l’unico italiano nella storia ad aggiudicarsi un titolo nel CEV, “peccato soltanto per la scivolatina all’ultimo giro. L’aspetto positivo è che mi sono migliorato di oltre 1″ rispetto a ieri e sono andato molto forte“.

Jorge Navarro

SORPRESE E CONFERME – Il Day 2 di attività a Valencia ha riconfermato ai vertici anche Brad Binder, 4° assoluto da ‘capitano’ dello squadrone Red Bull KTM Ajo dopo il best lap di ieri, seguito nell’ordine da altri due debuttanti da tenere sotto stressa osservazione: Joan Mir, ormai una certezza ed il più veloce dei piloti Leopard su KTM (anche di Fabio Quartararo e del nostro Andrea Locatelli, finito a terra nella mattinata), ed il diciassettenne malese Khairul Idham Pawi, nuovo pupillo HRC promosso al mondiale dopo un sensazionale esordio europeo nel CEV ed il titolo nella Asia Dream Cup 2014. ‘Super-Pawi’, incappato in una scivolata ieri alla curva 4, ha fermato i cronometri sull’1’40″0 a precedere Livio Loi (Honda RW) ed Enea Bastianini, a sua volta finito a terra con la prima delle due Honda Gresini impegnato nello sviluppo della NSF250RW 2016. “Eravamo partiti con il piede giusto, poi sono incappato in una scivolata e in seguito, nel pomeriggio, il forte vento ci ha infastidito un po’“, ha spiegato il pilota riminese. “Abbiamo lavorato sul set-up, ma a causa del vento non era facile valutare il comportamento della moto in funzione delle modifiche, perciò abbiamo preferito non esagerare: ci sono ancora diverse giornate di test in programma e c’è ancora del margine su cui lavorare“, ha concluso ‘Bestia’, competitivo con gomme di mescola media, ma non altrettanto con la morbida (o ‘S’ che dir si voglia). Non sono stati rilasciati tempi per quanto concerne Niccolò Antonelli, non al meglio per il recente (doppio) infortunio alla clavicola, presente a Cheste solo per togliersi la ruggine di dosso senza l’assillo del cronometro. Tra gli italiani, detto di Locatelli, tempi al di sotto dell’1’41” per il vice-Campione CIV e Red Bull MotoGP Rookies Cup in carica Fabio Di Giannantonio (1’40.7 su Honda Gresini) e Andrea Migno (1’40.8, KTM Sky-VR46).

DIVERSE CADUTE – Il forte vento ha comportato non poche problematiche ai piloti presenti. A terra nel corso della giornata sono finiti Jorge Navarro, Nicolò Bulega, Enea Bastianini, Andrea Locatelli, Livio Loi e Bo Bendsneyder, tutti fortunatamente senza rimediare alcune conseguenze sul piano fisico. Una buona notizia in previsione dei prossimi test dove l’imperativo sarà proseguire lo sviluppo delle nuove moto: KTM ha reso la RC 250 GP forse la moto da battere in ottica 2016 (con un telaio a traliccio sono intervenuti sulle rigidezze per un maggior feeling sul davanti, agendo anche sul mono posteriore grazie alla partnership con WP), tanto lavoro in Honda con la NSF250RW 2016 che differisce rispetto alla precedente versione su più aspetti (corpo farfallato, profilo aerodinamico, inalterato il telaio con minime differenziazioni al doppio-impianto di scarico sviluppato in proprio).

I tre piloti dello Sky Racing Team

A JEREZ HONDA VS KTM VS MAHINDRA – Conclusi i Test a Valencia, diverse squadre (Red Bull KTM Ajo, Leopard Racing, Drive M7 SIC e Schedl GP Racing) si trasferiranno a Jerez de la Frontera per ulteriori due giorni di prove il 14-15 febbraio, ma sarà la settimana successiva ad ospitare il primo, effettivo confronto diretto del 2016 con la presenza di tutte le case costruttrici impegnate nella ‘entry class’. Il 23-24 febbraio prossimi sempre sul tracciato andaluso scenderanno nuovamente in pista i team di riferimento KTM e Honda, ma anche le squadre ufficiali di Mahindra/Peugeot con la MGP3O in configurazione 2016: Aspar Team con Francesco ‘Pecco’ Bagnaia e Jorge Martin, SaxoPrint-RTG con le Peugeot condotte da Alexis Masbou e John McPhee più il team CIP Moto (Mahindra) con il nostro Fabio Spiranelli e Tatsuki Suzuki. Il 21-22 febbraio sarà invece il turno del Team Italia a Vallelunga con i neo-acquisti Stefano Valtulini e Lorenzo Petrarca nei giorni scorsi impegnati in un primo ‘shakedown’ (con moto 2015) a Magione.

Moto3™ World Championship 2016
Test Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo
Classifica 2° Giorno (Tempi ufficiosi)

01- Romano Fenati – Sky Racing Team VR46 – KTM RC 250 GP – 1’39.4 (65 giri)
02- Jorge Navarro – Team Estrella Galicia 0,0 – Honda NSF250RW – 1’39.4 (64 giri)
03- Nicolò Bulega – Sky Racing Team VR46 – KTM RC 250 GP – 1’39.6 (64 giri)
04- Brad Binder – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – 1’39.8 (53 giri)
05- Joan Mir – Leopard Racing – KTM RC 250 GP – 1’40.0 (63 giri)
06- Khairul Idham Pawi – Honda Team Asia – Honda NSF250RW – 1’40.0 (66 giri)
07- Livio Loi – RW Racing GP – Honda NSF250RW – 1’40.2 (55 giri)
08- Enea Bastianini – Gresini Racing Team Moto3 – Honda NSF250RW – 1’40.2 (49 giri)
09- Juanfran Guevara – RBA Racing Team – KTM RC 250 GP – 1’40.3 (88 giri)
10- Bo Bendsneyder – Red Bull KTM Ajo – KTM RC 250 GP – 1’40.4 (68 giri)
11- Gabriel Rodrigo – RBA Racing Team – KTM RC 250 GP – 1’40.5 (49 giri)
12- Fabio Quartararo – Leopard Racing – KTM RC 250 GP – 1’40.7 (60 giri)
13- Hiroki Ono – Honda Team Asia – Honda NSF250RW – 1’40.7 (66 giri)
14- Fabio Di Giannantonio – Gresini Racing Team Moto3 – Honda NSF250RW – 1’40.7 (70 giri)
15- Jakub Kornfeil – Drive M7 SIC – Honda NSF250RW – 1’40.8 (62 giri)
16- Andrea Migno – Sky Racing Team VR46 – KTM RC 250 GP – 1’40.8 (73 giri)
17- Jules Danilo – Ongetta Rivacold – Honda NSF250RW – 1’40.8 (88 giri)
18- Andrea Locatelli – Leopard Racing – KTM RC 250 GP – 1’41.0 (78 giri)
19- Adam Norrodin – Drive M7 SIC – Honda NSF250RW – 1’41.5 (64 giri)

Nessun tempo dichiarato per Niccolò Antonelli e Phillip Oettl

Per Corsedimoto.com servizio fotografico a cura di Paco Diaz Perez

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy