Moto3 Test Jerez: piloti italiani protagonisti verso il Mondiale 2016

Moto3 Test Jerez: piloti italiani protagonisti verso il Mondiale 2016

La due giorni di prove a Jerez conferma il potenziale di Romano Fenati, Nicolò Bulega, Enea Bastianini, Francesco Bagnaia, Niccolò Antonelli e Fabio Di Giannantonio

Da diverse stagioni a questa parte si dice “Questo è l’anno buono” per rivedere un italiano laurearsi Campione del Mondo della classe entrante del Motomondiale. Il 2016, a tutti gli effetti, sembra essere l’anno giusto: in Moto3 i nostri (veloci) principali portabandiera hanno la necessaria esperienza per ambire a questo traguardo, seguiti da squadre iper-professionali con il pieno supporto delle tre case costruttrici (KTM, Honda, Mahindra) ufficialmente impegnate nella ‘entry class’. La riconferma di questa tesi di pensiero si è registrata nella due-giorni di Test privati a Jerez de la Frontera all’insegna del motto “Grand’Italia”: da Romano Fenati a Enea Bastianini passando per Niccolò Antonelli, Francesco Bagnaia e Nicolò Bulega, tutti si sono distinti in positivo attestandosi ai vertici della classifica.

FENATI IL PIU’ VELOCE – In base al crono “ufficioso” (lo Sky Racing Team VR46 insieme a Leopard Racing e Niccolò Antonelli hanno girato senza transponder) di 1’46″5, il più veloce dei Test è stato Romano Fenati. Sul tracciato dove si è assicurato due vittorie in quattro anni di militanza nel Mondiale Moto3 (2012 alla sua seconda gara in assoluto con il Team Italia FMI, 2014 con lo Sky Racing Team VR46), il pilota ascolano si è detto soddisfatto della KTM RC 250 GP da lui stesso sviluppata sin dal luglio scorso in sinergia con gli ingegneri del Reparto R&D KTM Racing di Mattighofen. “Sono soddisfatto: sono andato forte e ho lavorato bene con tutto il team“, ha dichiarato ‘Fenny Five’, in base ai tempi più veloci ‘poleman’ davanti a Fabio Quartararo accreditato di un crono sull’1’46″6. “Ho portato avanti uno sviluppo a 360 gradi della moto per acquisire il maggior feeling possibile in vista del Qatar, ma allo stesso tempo sono riuscito a essere competitivo sul giro. Sono fiducioso per il test IRTA della prossima settimana“.

BULEGA CONVINCE – Non da meno, con la qualifica di ‘Rookie speciale’, Nicolò Bulega. Con la KTM RC 250 GP #8 dello Sky Racing Team VR46 il Campione del Mondo Junior Moto3 in carica (pole e vittoria lo scorso mese di novembre proprio a Jerez nel CEV) è stato autore di un ufficioso 1’47″1, il tutto nonostante una scivolata senza conseguenze che non ha per nulla compromesso un bilancio estremamente positivo. “Si chiude un test positivo per me e il team“, ha commentato Bulega. “Nonostante la scivolata di ieri, sono riuscito a essere veloce e a trovare un buon set up. Ho lavorato molto sul davanti per trovare il giusto feeling“.

Enea Bastianini (Honda NSF250RW - Gresini Racing Team Moto3)
Enea Bastianini (Honda NSF250RW – Gresini Racing Team Moto3)

BASTIANINI OK CON LA NUOVA HONDA – Tra i piloti dotati di transponder ufficiali Enea Bastianini con un best lap di 1’47″632 è stato il più veloce, migliorando progressivamente l’affiatamento con la Honda NSF250RW 2016. “Oggi abbiamo incontrato condizioni della pista leggermente peggiori rispetto a ieri, poi alcune soluzioni di setting provate sulla moto non hanno funzionato come avremmo voluto“, ha spiegato l’alfiere del team Gresini. “Nonostante tutto siamo contenti: ho tenuto un buon ritmo e a fine giornata sono riuscito a replicare praticamente lo stesso tempo ottenuto ieri. Cercheremo comunque di migliorare perché c’è ancora del margine: sia come passo, dove ci manca ancora qualche decimo, sia nel giro veloce. Le modifiche provate per migliorare il comportamento della moto nelle curve veloci hanno funzionato, ma hanno inciso sui tratti più lenti, per cui dovremo concentrarci nel trovare il giusto compromesso. Lo faremo nei prossimi test e sono convinto che ci riusciremo“.

ANTONELLI RITROVA IL GIUSTO SLANCIO – A sua volta accreditato di tempi molto competitivi sull’1’46” alto-1’47” basso, Niccolò Antonelli con la Honda NSF250RW di Ongetta-Rivacold (CBC Corse) si è detto soddisfatto e felice per i progressi della spalla infortunata. “Oggi sono contento perché in questi due giorni di test dovevo lavorare sulla mia condizione fisica non ancora al Top“, ha fatto sapere il vincitore dei GP di Brno e Motegi 2015. “Ne sono venuti fuori due giorni molto buoni con ottime sensazioni; ho potuto provare senza pressioni molto materiale e regolazioni della ciclistica. Siamo stati costantemente veloci ma so benissimo che si dovrà lavorare ancora di più per essere pronti a lottare con i migliori“.

Niccolò Antonelli (Honda NSF250RW - Ongetta-Rivacold)
Niccolò Antonelli (Honda NSF250RW – Ongetta-Rivacold)

BAGNAIA SVILUPPA LA MAHINDRA 2016 – Per distacco miglior pilota Mahindra per tutto l’arco della stagione 2015, anche con la MGP3O 2016 Francesco Bagnaia si è riconfermato il riferimento della casa indiana nei Test di Jerez. Leader delle prime due sessioni della conclusiva giornata di prove, ‘Pecco’ si è sobbarcato lo sviluppo della nuova moto fermando i cronometri su di un best lap di 1’48″162. “Rispetto a ieri è andata meglio e siamo riusciti a definire una buona base per i prossimi test“, ha spiegato il diciannovenne pilota torinese. “Ci aspettavamo nell’ultimo turno di tentare un time attack, ma non ci siamo riusciti. Abbiamo lottato con il forte vento oggi e su questo ragioneremo per migliorare il set-up per queste condizioni. Ad ogni modo siamo stati in grado di compiere dei grandi passi avanti, ma dobbiamo ancora lavorare: la moto è nuova e c’è molto da imparare, lo faremo nei prossimi test“.

TANTO LAVORO PER MIGNO – Superate le difficoltà incontrate a Valencia, Andrea Migno (ufficioso 1’47″7) ha progressivamente migliorato l’affiatamento con la KTM #16 dello Sky Racing Team VR46 a Jerez. “Ho fatto un bel passo in avanti rispetto al test di Valencia e sono convinto di poter migliorare ancora al prossimo test di Jerez“, ha commentato Mig. “Ho trovato un buon feeling con la moto, ma ci sono ancora diversi punti su cui poter lavorare. L’obiettivo è rimanere il più vicino possibile ai primi“.

Fabio Di Giannantonio (Honda NSF250RW - Gresini Racing Team Moto3)
Fabio Di Giannantonio (Honda NSF250RW – Gresini Racing Team Moto3)

DI GIANNANTONIO, ROOKIE D’ASSALTO – Tra i ‘deb’ da tenere sotto stretta osservazione quest’anno c’è anche Fabio Di Giannantonio. Il pilota capitolino, vice-Campione CIV Moto3 e Red Bull MotoGP Rookies Cup in carica, ha affinato il feeling con la seconda Honda NSF250RW del team Gresini facendo registrare un crono di 1’48″187 niente male. “Sono molto contento: questa mattina sono stato subito più veloce rispetto a ieri nonostante il freddo e il vento, poi nel pomeriggio seguendo un altro pilota mi sono migliorato ulteriormente. Infine, nell’ultimo turno a disposizione oggi, con la gomma morbida, ho ottenuto la mia migliore prestazione girando da solo. Abbiamo lavorato molto sulla moto, con modifiche importanti che sembrano funzionare; in particolare ci siamo concentrati sull’avantreno e sull’ingresso in curva, trovando già una buona strada“.

IN PISTA ANCHE SPIRANELLI, DALLA PORTA, PIZZOLI… – Nella due giorni di Test a Jerez de la Frontera la pattuglia italiana ha potuto contare anche su Fabio Spiranelli, alla prima uscita “pubblica” con la Mahindra MGP3O di CIP-Unicom Starker con la quale esordirà a tempo pieno nel Motomondiale, più alcuni piloti attesi protagonisti del CEV. Naufragato il progetto-Mondiale, Lorenzo Dalla Porta ha girato con la KTM del Team LaGlisse, mentre hanno proseguito l’adattamento con le rispettive KTM del Procercasa 42Motorsport Davide Pizzoli e Filippo Fuligni in vista del Mondiale Junior FIM 2016.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy