Moto3: ecco gli esordienti nel Campionato del Mondo 2018

Moto3: ecco gli esordienti nel Campionato del Mondo 2018

Jaume Masia, Dennis Foggia, Alonso Lopez e Makar Yurchenko: questi i nomi dei piloti che disputeranno la loro prima stagione completa nella categoria minore del Motomondiale. Ecco chi sono.

Volti nuovi (o quasi) per quanto riguarda la stagione 2018 nella categoria Moto3 del Campionato del Mondo MotoGP. Tra i “piccoli” del Motomondiale infatti contiamo quattro esordienti, nello specifico due spagnoli (Jaume Masia ed Alonso Lopez), un italiano (Dennis Foggia) ed un kazako (Makar Yurchenko). Andiamo a scoprire chi sono questi piloti, chiamati a competere tra loro per il titolo di Rookie dell’Anno nel corso della prossima stagione ma che potrebbero anche riservare ulteriori sorprese.

15022953810288

Il primo di questi, che scatterà con il numero 5, è Jaume Masia. Si tratterà della sua prima stagione completa nel campionato del mondo, da disputarsi in sella alla KTM del team Bester Capital Dubai, ma il giovane spagnolo si è già fatto notare nel Motomondiale quest’anno. Ha disputato infatti la sua prima gara iridata in Austria nel 2017 come sostituto dell’infortunato Darryn Binder, con risultati sorprendenti: ha chiuso in nona posizione dopo aver battagliato a lungo con piloti di maggiore esperienza, stampando anche il miglior giro in gara e riscrivendo il nuovo record del tracciato per la categoria. La successiva tappa in Gran Bretagna però ha riservato maggiori problemi al diciassettenne di Algemesí: dopo una qualifica difficile si era portato a ridosso della ventesima posizione, prima di chiudere anzitempo per caduta. Sarà in pista sempre con la stessa squadra anche nel GP di San Marino, dove sotto una pioggia intensa chiude in decima posizione, ma avrà anche una wild card per Aragón, schierato dal Cuna de Campeones, squadra con la quale ha disputato la sua ultima stagione nel CEV Moto3, nella quale ha chiuso come vice-campione grazie a due vittorie e quattro podi. Nonostante un infortunio occorsogli durante un allenamento in questi giorni, non è in dubbio la sua presenza nei primi test ufficiali dell’anno, previsti ad inizio febbraio.

dab_dennis

Con il numero 10 avremo in pista Dennis Foggia. L’amore per le due ruote nasce presto: il pilota romano aveva solo 8 anni quando inizia a disputare le prime gare nei campionati italiani, conquistando risultati che lo portano nel 2009 sotto la lente d’ingrandimento della FIM, che lo considera uno dei maggiori piloti di interesse nazionale. Nel 2014 ecco arrivare l’esordio in Pre-Moto3 nel CIV, chiuso al terzo posto e seguito l’anno successivo dal passaggio in Moto3 sempre nel campionato nazionale, nel quale ottiene la quinta piazza finale. Su di lui pone gli occhi anche la VR46 Riders Academy, che lo porta ad esordire nel 2016 nel FIM CEV Moto3 Junior World Championship: il settimo posto finale sarà il preludio della sua seconda strepitosa stagione, che lo vede coronarsi campione grazie a quattro vittorie ed altri cinque piazzamenti sul podio. Dopo Nicolò Bulega e Lorenzo Dalla Porta, è il terzo pilota italiano in tre anni ad ottenere il titolo nel CEV Moto3. Da segnalare però anche tre presenze nel campionato del mondo nell’annata appena conclusa: il suo esordio iridato avviene in Repubblica Ceca, chiamato da Platinum Bay Real Estate a sostituire l’infortunato Darryn Binder, ma disputerà anche due wild card ad Aragón e Valencia con Sky Racing Team VR46, conquistando due ottimi piazzamenti in top ten.

lopez

Passiamo poi ad Alonso Lopez, al debutto con il numero 72 in carena. Come i colleghi, anche lui ha iniziato a competere sulle due ruote quando era molto piccolo: classe 2001, nel corso degli anni si mette in mostra in svariate competizioni spagnole finché nel 2015 non approda nel Campionato di España (precedentemente chiamato Copa de España) nella categoria PreMoto3 con Junior Team Estrella Galicia 0,0 , la squadra che da sempre seguirà i suoi passi nella carriera sportiva. Proclamatosi campione, l’anno successivo debutta nel CEV Moto3 sempre con la stessa struttura, ponendosi già in luce grazie alla conquista di ben due podi ed una pole position. Nel 2017 il giovanissimo pilota di Madrid si migliora ancora, chiudendo al terzo posto finale con tre vittorie, altri due podi e due pole position che convincono in primis Emilio Alzamora, che dirige la struttura Monlau Competition: arriva così la ‘promozione’ nel Campionato del Mondo MotoGP, categoria Moto3, sempre con Estrella Galicia 0,0 per disputare quella che sarà la sua prima stagione iridata accanto al connazionale Aron Canet. A 16 anni appena compiuti, nonostante l’emozione di un ‘inaspettato’ debutto (“Quando Alzamora me l’ha detto, quasi non ci credevo!”), Lopez ha già realizzato tempi abbastanza vicini a quelli del nuovo compagno di squadra nei primi test di avvicinamento alla nuova stagione e potrebbe essere una delle sorprese di questo 2018.

aaEXsHmEzcEWxW0p7MwG3qHyGOojtES9wG15elidETJtUF9PjdylCpa

Per finire, approderà nel Motomondiale il primo pilota kazako, vale a dire Makar Yurchenko, in azione con il numero 76 sulla KTM del team CIP. Classe 1998, nato a San Pietroburgo da genitori originari del Kazakhstan, ha iniziato a competere a 9 anni in una scuola di motocross vicino casa: dopo aver corso in vari campionati russi ed estoni, nel 2013 approda in Spagna con la famiglia per avvicinarsi allo ‘stile europeo’, prima di trasferirsi definitivamente l’anno successivo nella penisola iberica. Nel 2014 esordisce nella Red Bull Rookies Cup, annata condizionata da un incidente che lo pone fuori gioco per alcune gare, mentre l’anno successivo risale fino alla quindicesima posizione finale, ottenendo un sesto posto come miglior piazzamento stagionale. Sempre nel 2015 vince i Campionati Russi Supermoto e Minimotard, chiudendo la stagione con il premio di Sportivo Russo dell’Anno. La stagione successiva lo vede sempre in azione nella Red Bull Rookies Cup, ma segna anche il suo debutto nel FIM CEV Moto3 Junior World Championship con Procercasa 42Motorsport, la squadra di Alex Rins: nel primo campionato chiuderà con l’ottavo posto finale (realizzando il miglior crono in gara a Jerez), mentre nel CEV è quattordicesimo, con un quarto posto conquistato all’esordio a Valencia. Passato al team Reale Avintia Academy, anche nella stagione appena conclusa compete nel ‘mondialino’: il pilota kazako conclude in top ten in classifica generale grazie a ben due podi, il primo (un secondo posto) nella tappa ad Albacete ed il secondo (un terzo posto) in gara 2 a Jerez, oltre alla prima pole position ottenuta a Le Mans.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy