Moto3: Angel Nieto Team ufficializza Albert Arenas e Raúl Fernández per il 2019

Moto3: Angel Nieto Team ufficializza Albert Arenas e Raúl Fernández per il 2019

Cambia la formazione del Angel Nieto Team per la prossima stagione in Moto3: confermato Albert Arenas, debutta Raúl Fernández.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Una conferma ed un debutto (o meglio una ‘promozione’) per quanto riguarda il team Angel Nieto per la prossima stagione: confermato infatti Albert Arenas, mentre al suo fianco arriverà Raúl Fernández, presente sempre con la stessa struttura nel FIM CEV Moto3 Junior World Championship, campionato del quale è l’attuale leader. Fernández ha già disputato sei Gran Premi nella categoria minore del Motomondiale tra il 2016 ed il 2018, come wild card o sostituto di piloti infortunati, conquistando una nona posizione in Germania come miglior risultato. Entrambi i piloti guideranno due KTM, rafforzando come già annunciato il rapporto tra la casa austriaca e la squadra di Jorge Martínez.

“Sono contento di continuare a lavorare con Angel Nieto Team” ha dichiarato Albert Arenas, che proprio nel corso di questa stagione ha ottenuto il suo primo podio iridato, che è anche la sua prima vittoria mondiale, conquistata davanti all’attuale compagno di squadra Andrea Migno. “Assieme abbiamo portato questa KTM ad un buon livello e stiamo mostrando una buona competitività, lottando costantemente per il podio. Disputare un’altra stagione con la stessa struttura è un aspetto positivo, ci permetterà di essere ancora più forti. Ora posso concentrarmi sulle prossime gare: continuerò a dare il meglio ed a dimostrare quello che ho imparato per raggiungere i nostri obiettivi.”

“Sono felice di poter annunciare che nel 2019 correrò nel Mondiale con una squadra che mi sta aiutando molto” ha poi aggiunto un entusiasta Raúl Fernández. “Adesso ho meno pressione perché potrò concentrarmi solo sulla lotta per il titolo nel CEV Moto3. Il mio futuro sarà mondiale e proprio con la squadra con cui sto battagliando in questo campionato. Sono contento di continuare la mia crescita con loro, anche se so che non sarà facile: i primi circuiti serviranno soprattutto per adattarmi a moto, squadra e ritmo iridato. Voglio intanto ringraziare il team e tutti quelli che mi stanno appoggiando, soprattutto la mia famiglia. Compirò un passo che tutti i piloti sognano e spero di poter lottare presto per il titolo mondiale.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy