Moto2, Thailandia: Francesco Bagnaia inarrestabile, 2° Marini davanti alle KTM

Moto2, Thailandia: Francesco Bagnaia inarrestabile, 2° Marini davanti alle KTM

Il leader iridato Francesco Bagnaia pone il suo sigillo nella prima gara sul tracciato thailandese. Sul podio anche Luca Marini e Miguel Oliveira.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

In una gara particolarmente incidentata, con anche il poleman Lorenzo Baldassarri out per caduta, Francesco Bagnaia diventa il primo vincitore Moto2 sul tracciato del Buriram, oltre a portare il successo numero 800 nel Mondiale all’Italia, che diventa così il paese più vincente. In ottica iridata funziona anche il gioco di squadra, con Luca Marini secondo e nuovamente sul podio proprio davanti a Miguel Oliveira, in difficoltà a fine gara per un problema ai freni anteriori (così come il compagno di squadra Brad Binder) e che ora si ritrova a 28 lunghezze di ritardo dal rivale.

Ottimo lo scatto iniziale di Baldassarri davanti a Marquez, Marini, Marquez e Bagnaia, mentre registriamo subito un primo incidente alla curva 3 che provoca le cadute di Fernández, Mir e Schrötter, apparsi doloranti. Perde posizioni però anche Marquez, a contatto con Binder ed ora ai margini della top ten, mentre in vetta la battaglia è già serrata soprattutto tra i due maggiori contendenti in ottica iridata, presto al comando della corsa. Subito fuori dai giochi anche Navarro, Odendaal e Manzi, caduti in tre incidenti distinti alle curve 3 e 5, ma non va meglio a Marquez, out nel tentativo di ricucire il ritardo dai primi, ed a Baldassarri, scivolato alla prima curva.

La battaglia però finisce ad una decina di giri dalla fine: Francesco Bagnaia riesce ad accumulare un buon margine sulle KTM, che sembrano soffrire di più in queste condizioni, e Marini non si lascia sfuggire l’occasione, ponendosi in lotta con i due piloti che lo precedono per la zona podio. Il leader iridato vince e convince nuovamente, ed ora il suo vantaggio è di 28 punti grazie al secondo posto di Luca Marini, che riesce ad avere la meglio su Miguel Oliveira e Brad Binder. Fabio Quartararo è quinto davanti a Mattia Pasini ed a Iker Lecuona, con Tetsuta Nagashima, Andrea Locatelli e Simone Corsi a completare la top ten.

La classifica

Cattura

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy