Moto2 Test Jerez Nakagami si conferma, bene gli italiani

Moto2 Test Jerez Nakagami si conferma, bene gli italiani

Takaaki Nakagami chiude i Test Moto2 a Jerez con il miglior tempo, convincono gli italiani: competitivi Baldassarri e Marini, Bagnaia miglior esordiente.

Non ci sono i propulsori ufficiali Honda by Externpro, ma di fatto a Jerez de la Frontera il 2017 del Mondiale Moto2 è già iniziato. Nella due-giorni di Test (privati) appena conclusasi si è registrata una passerella di novità partendo dal rinnovato confronto tra ‘telaisti‘ (KALEX, Speed Up, il ritorno di Suter ed il debutto di KTM), ‘sospensionisti‘ (sempre Ohlins vs WP) e nuovi abbinamenti team-piloti con riscontri cronometrici di assoluto valore partendo dal best lap di Takaaki Nakagami, con la KALEX 2017 dell’IDEMITSU Honda Team Asia di Tadayuki Okada nuovamente in cima al monitor dei tempi in 1’42″280 dopo l’1’42″181 siglato nella giornata di ieri.

TEMPI RECORD – Una (doppia) performance di pregevole fattura per il pupillo HRC, sceso sotto la pole 2016 confermando di non aver niente da invidiare a nessuno in termini di performance assoluta, cercando di pianificare un 2017 ai vertici in previsione di un futuribile passaggio in MotoGP. Takaaki Nakagami conclude pertanto la due-giorni di attività in Andalusia con il miglior tempo a precedere un convincente Alex Marquez (1’42″302), unico alfiere Marc VDS complice l’indisponibilità del nostro Franco Morbidelli, fermato dall’influenza. Nelle posizioni che contano c’è spazio anche per la nuova Suter SRT MMX2, in evidenza tanto con Danny Kent (1’42″633) che con Dominique Aegerter (1’42″863), segno che in Suter Racing Technology hanno lavorato molto bene per questo graditissimo ritorno nella categoria. Convincente sul piano prestazionale anche Axel Pons, passato al RW Racing GP (squadra al debutto in Moto2 dopo anni di Moto3), mentre la KTM è per certi versi… rimandata: Miguel Oliveira con gomma morbida ha viaggiato in 1’43″265 a meno di 1″ dalla vetta, ma dopo i tempi ‘monstre‘ tra Brno e Aragon forse ci si attendeva qualcosina di più. Va detto che ‘Miguelito‘ non è al meglio della forma fisica ed il passo-gara non è affatto male, senza trascurare il fatto che dai box tutti si sono mostrati soddisfatti e sorridenti per il potenziale della Moto2 Made in Mattighofen. A proposito di KTM, non disponibili i tempi dell’iridato Moto3 Brad Binder, il quale per scelta dell’Ajo Motorsport ha girato senza transponder ufficiali di Chrno Jerez.

Miguel Oliveira in staccata con la KTM Moto2
Miguel Oliveira in staccata con la KTM Moto2

GRAND’ITALIA – Saranno ben 9 i nostri portabandiera al via del Mondiale Moto2, alcuni dei quali con legittime aspirazioni da primato. Assente Franco Morbidelli, in questa giornata di test Lorenzo Baldassarri si è riconfermato nuovamente in terza posizione in 1’42″413, poco distante da questi riferimenti il compagno di squadra Luca Marini, tra i piloti ad aver compiuto un rimarchevole step sul piano velocistico per tutto l’arco del 2016 tanto da giocarsi il titolo di Rookie of the Year.

IL BALLO DEI DEBUTTANTI, BAGNAIA IL DEB PIU’ VELOCE – A proposito di esordienti, come nel Day 1 anche nella conclusiva giornata di test un italiano ha primeggiato tra i Rookie. Reduce dal Test-premio con la Ducati GP14.2 MotoGP a Valencia, Francesco Bagnaia con la prima KALEX dello Sky Racing Team VR46 nella primissima mattinata ha messo in mostra un potenziale velocistico niente male migliorando al secondo giro di pista i crono del 1° giorno, ritoccando ulteriormente il proprio best lap alla tornata seguente in 1’43″151. ‘Pecco’ promette bene tanto da collocarsi nono assoluto in graduatoria con l’unica battuta d’arresto di questa due-giorni di prove rappresentata da una caduta alla curva 5 nel pomeriggio, risoltasi fortunatamente senza conseguenze. Aspettando i prossimi Test di Valencia (21-22 novembre) Bagnaia resta il debuttante più veloce a scapito di Fabio Quartararo (200 giri in 2 giorni con la Pons KALEX!), Jorge Navarro (KALEX Gresini) e Khairul Idham Pawi (KALEX Honda Team Asia), così come gli altri tre italiani: il Campione Europeo Supersport Axel Bassani convince con la Speed Up, sotto l’1’45” anche Andrea Locatelli, non Stefano Manzi che con i colori Sky-VR46 proseguirà il lavoro tra pochi giorni a Cheste.

Moto2™ World Championship 2016
Test Circuito de Jerez
Classifica 2° Giorno

01- Takaaki Nakagami – IDEMITSU Honda Team Asia – KALEX Moto2 – 1’42.280
02- Alex Marquez – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – KALEX Moto2 – 1’42.302
03- Lorenzo Baldassarri – Forward Team – KALEX Moto2 – 1’42.413
04- Danny Kent – Leopard Racing – Suter MMX2 – 1’42.633
05- Axel Pons – RW Racing GP – KALEX Moto2 – 1’42.698
06- Luca Marini – Forward Team – KALEX Moto2 – 1’42.780
07- Dominique Aegerter – Leopard Racing – Suter MMX2 – 1’42.863
08- Edgar Pons – Paginas Amarillas HP 40 – KALEX Moto2 – 1’42.965
09- Francesco Bagnaia – Sky Racing Team VR46 – KALEX Moto2 – 1’43.151
10- Miguel Oliveira – Red Bull KTM Ajo – KTM Moto2 – 1’43.265
11- Isaac Vinales – SAG Team – KALEX Moto2 – 1’43.308
12- Fabio Quartararo – Paginas Amarillas HP 40 – KALEX Moto2 – 1’43.346
13- Yonny Hernandez – AGR Team – KALEX Moto2 – 1’43.350
14- Jorge Navarro – Federal Oil Gresini Moto2 – KALEX Moto2 – 1’43.756
15- Khairul Idham Pawi – IDEMITSU Honda Team Asia – KALEX Moto2 – 1’44.124
16- Axel Bassani – Speed Up Racing – Speed Up SF16 – 1’44.526
17- Andrea Locatelli – Italtrans Racing Team – KALEX Moto2 – 1’44.923
18- Stefano Manzi – Sky Racing Team VR46 – KALEX Moto2 – 1’45.142

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy