Moto2 Sepang Qualifiche Johann Zarco stacca tutti

Moto2 Sepang Qualifiche Johann Zarco stacca tutti

Johann Zarco lascia a 2″ chiunque e si assicura la pole, Franco Morbidelli secondo in griglia.

La lotta per la pole position in Moto2 si restringe soprattutto a tre piloti, vale a dire Johann Zarco, Franco Morbidelli e Jonas Folger, che si alternano in testa alla classifica. A pochi secondi dalla bandiera a scacchi però un tempo strepitoso del leader iridato gli permette di scattare domani dalla prima casella, lasciando l’italiano ed il tedesco, superato all’ultimo da Axel Pons, ad oltre due secondi di ritardo. Quinta piazza per Thomas Luthi, top ten anche per Baldassarri (sesto), Pasini (ottavo) e Corsi (decimo), mentre Alex Rins è solo ventitreesimo.

In condizioni di pista umida, si verifica ad inizio turno un incidente tra Marini e Vierge all’ultima curva, con entrambi i piloti che riescono a ripartire, mentre Zarco stampa subito il miglior tempo davanti a Baldassarri e Morbidelli. Folger prova ad insidiare il leader iridato, che però è inarrestabile e realizza nel corso del turno una serie di giri sempre più veloci consolidando la prima posizione. La battaglia però non finisce qui, perché Morbidelli con un gran giro si porta provvisoriamente in testa. Da segnalare altre due cadute nel corso del turno, ovvero quelle della wild card Rosli alla curva 9 e quella di Cortese alla curva 11.

La pole position alla fine torna nelle mani del leader iridato Johann Zarco, che precede di oltre due secondi Franco Morbidelli, mentre all’ultimo Axel Pons conquista la terza posizione negando la prima fila a Jonas Folger. Quinta posizione per Thomas Luthi davanti a Lorenzo Baldassarri e Xavier Simeon, mentre chiudono la top ten Mattia Pasini, Remy Gardner e Simone Corsi. Partirà undicesimo Luca Marini, Alessandro Nocco è quattordicesimo, mentre sarà un altro Gran Premio difficile per Alex Rins, che domani scatterà dalla ventitreesima posizione in griglia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy