Moto2 Phillip Island: Pecco Bagnaia festa rimandata, vince Brad Binder

Moto2 Phillip Island: Pecco Bagnaia festa rimandata, vince Brad Binder

Terzo successo dell’australiano davanti Joan Mir, terzo Xavi Vierge. Bagnaia chiude 12° dietro a Oliveira, i giochi iridati potrebbero chiudersi a Sepang

di Diana Tamantini, @dianatamantini

KTM vince anche quest’anno in Australia, ma stavolta con Brad Binder: il pilota sudafricano conquista il gradino più alto del podio davanti ad un arrembante Joan Mir, che riesce a risalire ed a dare filo da torcere all’alfiere di Aki Ajo, chiudendo secondo per soli 36 millesimi. Completa il podio Xavi Vierge, con Luca Marini quinto ed unico pilota italiano in top ten, mentre Francesco Bagnaia chiude in 12° piazza dietro al rivale Miguel Oliveira e rimanda la festa per il suo primo titolo iridato (gli basterà salire sul podio a Sepang per chiudere definitivamente i giochi).

Sarà la prima gara in Moto2 per Bryan Staring, chiamato da Tech 3 Racing Team a sostituire l’infortunato Bo Bendsneyder, mentre non saranno al via Niki Tuuli e Stefano Manzi: il finlandese, pur non riportando lesioni, è troppo dolorante per la violenta caduta avvenuta nelle FP3, mentre l’italiano, a terra durante le qualifiche, accusa in particolare poca mobilità al polso sinistro. Il pilota Forward Racing si sottoporrà ad ulteriori esami presso l’ospedale di Melbourne, per poter capire se riuscirà a tornare in sella già in Malesia.

Poco prima del giro di ricognizione ecco un problema per Schrötter, con la sua moto che viene rimossa dalla seconda casella in griglia: il tedesco dovrà scattare dal fondo. La battaglia si infiamma subito, con Pasini al comando, ma la sua gara dura davvero poco per una caduta alla curva Honda che lo costringe al ritiro. In testa ci sono Binder, Vierge, Lecuona e Aegerter, ma il pilota Swiss Innovative Investors chiuderà anzitempo la sua gara con una caduta dopo un contatto con il connazionale.

Nel corso della gara non mancano colpi di scena, come la caduta di Baldassarri quando era 2°, ma si verificano altri intensi duelli per le posizioni del podio fino alla bandiera a scacchi: Brad Binder conquista un nuovo successo iridato, ma con un vantaggio di appena 36 millesimi su un battagliero Joan Mir, che ritorna sul podio. Ben dieci piloti si contendono inizialmente il terzo posto, per poi rimanere in quattro: ha la meglio Xavi Vierge davanti ad Augusto Fernández, Luca Marini e Dominique Aegerter. Alex Marquez chiude settimo seguito da Jesko Raffin, mentre completano la top ten Marcel Schrötter e Fabio Quartararo.

La classifica

Cattura1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy