Moto2 Mugello News e curiosità alla vigilia del GP d’Italia

Moto2 Mugello News e curiosità alla vigilia del GP d’Italia

Morbido e Pecco da record, divorzio tra Bassani e Speed Up, il ritorno di Binder e Kent, tanti test e sviluppi tecnici: la Moto2 al Mugello si presenta così…

Con la splendida doppietta tricolore di Le Mans firmata Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia tuttora d’attualità, il Mondiale Moto2 si presenta all’Autodromo Internazionale del Mugello per l’edizione 2017 del Gran Premio d’Italia con molteplici tematiche d’interesse. Oltre al confronto al vertice in pista con il ‘Morbido‘ capo-classifica (con vantaggio) di campionato, sui saliscendi dell’impianto toscano si registrano diversi ritorni (Brad Binder, Danny Kent), numerose novità tecniche da parte di alcuni dei “telaisti” impegnati, aspettando un annuncio importante in merito al futuro della categoria previsto nei prossimi giorni.

MORBIDELLI E BAGNAIA DA RECORD – Nella storia del Mondiale Moto2 non si era mai registrata una “doppietta” tricolore. Basta questo dato statistico a sincerare l’importanza dell’1-2 a firma Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia registratasi nell’ultimo Gran Premio andato in scena a Le Mans. Un ‘double‘ storico per il motociclismo italiano che impreziosisce ulteriormente i risultati finora inseguiti dal ‘Morbido‘ e ‘Pecco‘: il portacolori Marc VDS è il primo pilota a centrare 4 vittorie in 5 gare nella middle class dai tempi di Jorge Lorenzo, portando il proprio bottino di punti a quota 100, da amministrare e gestire questo fine settimana al Mugello. Altrettanto superlativo il ruolino di marcia di Bagnaia: con 2 podi in 5 gare è il migliore rookie italiano di sempre da quando esiste la Moto2, secondo assoluto con i 53 punti fin qui totalizzati preceduto dal solo Maverick Vinales (61 punti nei primi 5 GP 2014).

Axel Bassani non è più un pilota Speed Up Moto2
Axel Bassani non è più un pilota Speed Up Moto2
DIVORZIO TRA AXEL BASSANI E SPEED UP – Se l’Italia della Moto2 festeggia con Morbidelli e Bagnaia, sfortunatamente alla vigilia del Mugello perde uno dei suoi talenti. Axel Bassani e Speed Up hanno infatti concluso il rapporto di collaborazione al culmine di una serie di vicissitudini registratesi nell’ultimo periodo. Aspettando ulteriori lumi (possibilmente da parte dei diretti interessati..) su come si è arrivati a questa “rottura”, sulla propria pagina Facebook il giovane Campione Europeo Supersport in carica ha annunciato il divorzio tra le parti, anticipando di pochi minuti la nota stampa rilasciata dalla squadra. “La mia collaborazione con Speed Up è giunta oggi al termine. Sono dispiaciuto ma ho avuto comunque la fortuna di correre per la prima volta in Moto2 in Argentina, in Texas, Le Mans e Jerez. Ringrazio pertanto la squadra per avermi dato la possibilità di fare questa esperienza, che mi ha permesso di crescere sia come pilota che come persona. Ringrazio le persone che mi sono sempre state vicine e che continuano a credere in me. Auguro al team Speed Up di raggiungere i traguardi sportivi ai quali ambisce. Tornerò presto in pista sicuro di ottenere risultati sempre migliori!

Al Mugello torna in sella alla KTM Moto2 Brad Binder
Al Mugello torna in sella alla KTM Moto2 Brad Binder
RITORNA BRAD BINDER – Fuori gioco nelle ultime 3 gare, finalmente al Mugello si rivedrà in pista Brad Binder. Il Campione del Mondo Moto3 in carica, vincitore proprio del Gran Premio d’Italia della entry class lo scorso anno, dopo il positivo risultato ottenuto a Termas de Rio Hondo (9° in rimonta) si era sottoposto ad un nuovo intervento al braccio sinistro infortunato nei Test invernali dello scorso mese di novembre a Valencia. Nello specifico il giovane pilota sudafricano ha subito un riacutizzarsi della frattura del radio sinistro con la placca, originariamente inserita, che si era spostata rispetto alla sua sede originaria. Per questo ‘Bradical‘ è tornato alla Clinica Universitaria Dexeus di Barcellona per un nuovo intervento eseguito dal rinomato Dottor Xavier Mir, ritrovandosi costretto ad un prolungato stop lasciando la propria KTM Moto2 al collaudatore Ricky Cardus. Ripresosi completamente dall’infortunio ora l’alfiere Red Bull KTM Ajo tornerà in pista al Mugello, motivato a maturar più esperienza possibile forte di un contratto pluriennale siglato con la casa di Mattighofen.

Danny Kent ritorna in Moto2
Danny Kent ritorna in Moto2
IKER LECUONA KO, SI RIVEDE DANNY KENT – Per un Brad Binder che ritorna, al Mugello mancherà all’appello Iker Lecuona. Il giovane pilota valenciano, alla sua prima stagione completa nel Mondiale Moto2 dopo l’esperienza di fine 2016 in sostituzione di Dominique Aegerter, nelle terze libere del GP di Francia a Le Mans si è nuovamente fratturato la clavicola destra, suo malgrado impossibilitato ad evitare Alex Marquez caduto proprio davanti a sé. Il portacolori Garage Plus Interwetten si è pertanto sottoposto ad un nuovo intervento alla clavicola già fratturata nei Test IRTA pre-campionato tenutisi a Jerez e, per il Mugello, lascerà la propria KALEX al rientrante Danny Kent, di ritorno in Moto2 dopo il divorzio con il Kiefer Racing e la comparsata in Moto3 da wild card a Le Mans con Red Bull KTM Ajo. Conoscitore della KALEX in virtù del 2016 vissuto con il Leopard Racing, DK52 ha siglato un accordo con la squadra di Frédéric Corminboeuf per il solo Gran Premio d’Italia dove affiancherà Thomas Luthi (carXpert Interwetten) e Jesko Raffin (Garage Plus Interwetten). Nelle prossime settimane il britannico sarà inoltre impegnato in diversi test di sviluppo KTM per i progetti Moto2 e Moto3.

Luca Marini non al 100 %
Luca Marini non al 100 %
LUCA MARINI STRINGE I DENTI – Veloce, ma sfortunato. Il Gran Premio di Francia per Luca Marini era iniziato sotto i migliori auspici con un rimarchevole 4° crono assoluto nelle prove ufficiali (suo miglior risultato in qualifica di sempre), ma suo malgrado si è concluso anzitempo in gara. Un contatto nel corso del primo giro causato da Mattia Pasini ha comportato l’uscita di scena del ‘Maro‘, caduto all’ultima “esse” accusando un forte dolore alla spalla. Per questa ragione l’alfiere Forward ha saltato i recenti test tenutisi a Misano Adriatico, presentandosi al Mugello non propriamente al 100 % della forma fisica: Marini stringerà i denti per disputare una gran gara su di un tracciato conosciuto dove, lo scorso anno, si era messo in mostra con il decimo tempo nelle qualifiche ufficiali.

Alex Marquez tra i piloti presenti ai Test di Le Mans
Alex Marquez tra i piloti presenti ai Test di Le Mans
A TUTTO TEST: LE MANS – La marcia di avvicinamento al Gran Premio d’Italia per diverse squadre è proseguita con un intenso programma di prove a cominciare dalla prima giornata di Test Post-GP della stagione disputatasi il lunedì successivo alla gara di Le Mans. Al Circuit Bugatti sono scesi in pista i team Pons (Fabio Quartararo ed Edgar Pons), Stop And Go (Isaac Vinales e Tetsuta Nagashima con nuovo forcellone 2017), Tasca Racing (Xavier Simeon), AGR (Yonny Hernandez), Speed Up (con un nuovo telaio per Simone Corsi), Tech 3 (Xavi Vierge e Remy Gardner con nuova forcella Kayaba), con le Suter MMX2 le squadre di riferimento Kiefer (Dominique Aegerter e Tarran Mackenzie) e Intact GP (Sandro Cortese e Marcel Schrotter). Presente anche il Marc VDS Racing Team al gran completo con il nostro Franco Morbidelli e Alex Marquez, al lavoro con sviluppi di sospensioni Ohlins e con la disponibilità di due nuove specifiche Dunlop: un’anteriore di differente costruzione ed un’inedita morbida di sviluppo che sarà introdotta nei prossimi Gran Premi (La cronaca dei Test di Le Mans della classe Moto2).

Axel Pons al TT Circuit Assen con la KALEX RW Racing GP
Axel Pons al TT Circuit Assen con la KALEX RW Racing GP
A TUTTO TEST: ASSEN – Da Le Mans si è invece trasferito direzione Assen il RW Racing GP, di casa al TT Circuit e pertanto chiamato ad una prova d’orgoglio nel GP in agenda il prossimo 25 giugno. Per prepararsi al meglio all’appuntamento più atteso della loro stagione, la squadra diretta dall’ex pilota Jarno Janssen ha svolto una giornata di test privati martedì 23 maggio con Axel Pons salito in sella alla propria KALEX. La compagine olandese, all’esordio nella categoria, punta tutto sul GP di Assen con l’obiettivo di incrementare il bottino di 13 punti finora totalizzati con già due top-10 (Losail e Jerez) all’attivo.

Jorge Navarro in azione a Misano Adriatico
Jorge Navarro in azione a Misano Adriatico
A TUTTO TEST: MISANO – Quattro squadre per complessivamente 6 piloti si sono ritrovate invece mercoledì e giovedì scorsi a Misano Adriatico per due giorni di prove che hanno rivisto Franco Morbidelli fare l’andatura. Con la KALEX del Marc VDS Racing Team il capo-classifica di campionato è stato nuovamente il più veloce tanto nella prima (1’37″618), quanto nella seconda (1’37″414) giornata di test privati. Il ‘Morbido’ ha preceduto di una manciata di decimi Francesco Bagnaia (1’37″797 con la KALEX dello Sky Racing Team VR46) e Jorge Navarro, con la KALEX del team Gresini protagonista di una scivolata senza conseguenze. Presenti anche Lorenzo Baldassarri, Stefano Manzi (miglioratosi di gran lunga arrivando a 1″ da Morbidelli) e Federico Fuligni, quest’ultimo convocato dal Forward Racing in sostituzione di Luca Marini, precauzionalmente non sceso in pista complice le caduta di domenica in gara a Le Mans Presente anche l’Italtrans Racing Team con le KALEX affidate a Mattia Pasini ed Andrea Locatelli (La cronaca dei Test di Misano della classe Moto2).

Tanti sviluppi per la KALEX in Moto2
Tanti sviluppi per la KALEX in Moto2
KALEX: SVILUPPO CONTINUO – Vince da 39 Gran Premi (Termas de Rio Hondo 2015) a questa parte, ma KALEX Engineering non riposa sugli allori. La Factory dei miracoli di Bobingen sta continuando a sviluppare il proprio concept Moto2, lasciando anche margine di manovra alle sue (numerose) squadra clienti. Già pianificato il primo test della versione 2018 per il prossimo mese di settembre, il telaio 2017 ha subito sin dal principio diverse modifiche rispetto alla 2016 con un telaio doppio-trave in alluminio (peso 9kg) dalla medesima geometria, intervenendo tuttavia sulle rigidezze per far girare meglio la moto in curva. Recentemente, anche ai test effettuati tra Le Mans e Misano, i team SAG, Forward e Sky-VR46 hanno provato un forcellone, lo stesso portato con successo nelle ultime gare da Franco Morbidelli. Gli sviluppi tecnici offrono infine spazio anche a diversi concept in merito all’impianto di scarico: Marc VDS e Forward, legate a SC-Project, hanno portato in pista nelle prime gare un doppio-terminale che ha fatto scuola. Nel corso delle terze libere di Le Mans si è infatti visto, con Francesco Bagnaia, una soluzione similare sviluppata da Akrapovic, anche se apparentemente non verrà utilizzata a breve nel prosieguo della stagione.

KTM vuole intensificare l'impegno in Moto2
KTM vuole intensificare l’impegno in Moto2
KTM APRE AI CLIENTI, MA CON RISERVA – Già in pole e sul podio, la KTM indubbiamente è la grande novità del Mondiale Moto2. L’ambizioso progetto della casa di Mattighofen guarda avanti con l’obiettivo, per il 2018, di intensificare l’impegno con più moto (pardon, “telai”…) in pista. Diverse squadre (di livello) hanno infatti richiesto a KTM la disponibilità per la stagione 2018 di tutto il pacchetto telaio-sospensioni KTM-WP, ma una decisione definitiva in tal senso verrà presa entro e non oltre il prossimo mese di luglio. KTM, mutuando la formula di successo in Moto3, chiaramente è favorevole ad aprire ai cosiddetti “clienti”, a patto che possano garantire performance e risultati oltre che garanzie economiche. Nel frattempo lo sviluppo della KTM Moto2 non si ferma: al Mugello Red Bull KTM Ajo si presenterà con i riferimenti acquisiti in un test privato dello scorso mese di aprile con Ricky Cardus, in quella circostanza sperimentando modifiche di telaio ed un nuovo cupolino dal differente design già portato in gara a Jerez.

Takaaki Nakagami verso la MotoGP
Takaaki Nakagami verso la MotoGP
NAKAGAMI: 8 ORE DI SUZUKA, POI LA MOTOGP – Se a breve dovrebbe definirsi il futuro in MotoGP di Franco Morbidelli (con Marc VDS), un altro pilota Moto2 guarda alla top class per la stagione 2018. Forte di un contratto che gli garantisce una Honda RC213V in caso di una top-3 di campionato, Takaaki Nakagami è sempre più vicino alla promozione in MotoGP. I rumors parlano di un posto al team LCR, prossimo a raddoppiare l’impegno per l’anno venturo, con ulteriori novità al riguardo attese entro e non oltre il GP di Assen. Nel frattempo il pupillo HRC ha già definito la partecipazione alla 8 ore di Suzuka del 30 luglio prossimo quando difenderà i colori di HARC-PRO Honda (squadra di riferimento della casa dell’ala dorata) con la nuova CBR 1000RR Fireblade SP2, già provata proprio a Suzuka nelle scorse settimane.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy