Moto2 Moto3 Lo Sky Racing Team VR46 si presenta per un 2017 al top

Moto2 Moto3 Lo Sky Racing Team VR46 si presenta per un 2017 al top

Presentazione al Talent Garden di Milano per lo Sky Racing Team VR46: in Moto2 con Bagnaia e Manzi, in Moto3 con i riconfermati Migno e Bulega.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Lo Sky Racing Team VR46 si presenta ufficialmente: si è svolto al Talent Garden di Milano l’evento che ha illustrato il doppio impegno della squadra italiana in vista del 2017. Oltre a continuare il progetto nato nel 2014 e da allora presente in Moto3, avverrà anche l’esordio in Moto2: nella categoria minore i piloti saranno i confermati Andrea Migno e Nicolò Bulega, mentre nella categoria intermedia debutteranno Francesco Bagnaia e Stefano Manzi.

Nel corso della giornata, prima della conferenza di presentazione, i quattro piloti, in collaborazione con TAG Innovation School, hanno preso parte a due workshop separati, intitolati “Determinazione creativa” e “Team work (lavoro di squadra)”, a cui hanno partecipato cento studenti. A seguire si è svolta la conferenza volta ad illustrare tutte le novità per questa nuova stagione. Una di queste sarà il ruolo svolto da Pietro Caprara, che sarà il Direttore Tecnico sia in Moto2 che in Moto3, affiancando il Team Manager Pablo Nieto. Un’altra è, come anticipato, l’esordio in Moto2 assieme a due debuttanti: in sella a due KALEX ci saranno Francesco Bagnaia, quest’anno in pista col numero 42 e che veste nuovamente i colori del team Sky Racing Team VR46 dopo l’esperienza del 2014 in Moto3, e Stefano Manzi, reduce da una stagione nel CEV Moto3 ed alcune wild card iridate con Mahindra. Un’ulteriore novità è rappresentata dalla livrea (svelata in anteprima a dicembre durante la puntata finale di X Factor), ispirata a quelle dei primi anni ’90: il logo cambia, con il nome del team racchiuso in un cerchio che richiama dischi e ruote della moto. Il nuovo main sponsor sarà poi Oakley, mentre tra i partner principali arriva Monster Energy, unitosi a Dainese e AGV, presenti fin dalla stagione d’esordio.

Preceduti da un “in bocca al lupo” espresso in un video introduttivo da Valentino Rossi, i quattro piloti sono poi saliti sul palco in tuta, presentandosi così al pubblico. Migno e Bulega, dopo una stagione conclusa in crescendo, sperano di essere fra i protagonisti della prossima stagione in Moto3. Un aspetto importante è sicuramente l’allenamento: “Passiamo tanto tempo in palestra“, ha dichiarato Migno, “lì avviene gran parte della preparazione non solo fisica ma anche mentale. Per noi è come una seconda casa“. Un bilancio poi della stagione di Bulega, che ha mancato di poco il titolo di Rookie dell’Anno: “L’anno scorso mi è mancata l’esperienza in alcune gare, non sono stato in grado di gestire certe situazioni. Nel 2017 però conoscerò già i circuiti e conto di fare meglio“.

Si passa poi agli esordienti in Moto2, Bagnaia e Manzi, chiamati ad una bella sfida. “Il progetto è impegnativo, ma sono pronto. Le moto sono molto più grandi e veloci, si comincia a fare sul serio. Chiaramente bisogna cambiare tutto, a partire dallo stile di guida, perché la moto è molto diversa, ma sono già contento dei risultati dei primi test. Con un buon team si può ottenere ottimi risultati: dobbiamo lavorare bene fin da subito e chissà, magari riusciamo a raggiungere presto le prime posizioni“. Per Manzi il problema principale è l’altezza: “Sulla Moto3 ormai non ci stavo più, ora la situazione in Moto2 è diversa: ci sono altri pesi, bisogna cambiare lo stile di guida e dovrò imparare a gestire delle gare più lunghe. Sarà importante ogni dettaglio della messa a punto: in passato abbiamo visto che ci sono anche trenta piloti in un secondo, quindi bisogna fare molta attenzione e lavorare tanto“.

VIDEO Qui le interviste ai piloti e dirigenti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy