Moto2: Luca Marini a caccia del titolo Rookie of the Year

Moto2: Luca Marini a caccia del titolo Rookie of the Year

Confronto tra il nostro Luca Marini e Miguel Oliveira per il riconoscimento di Rookie of the Year della classe Moto2.

Non sono molti gli esordienti presenti quest’anno in Moto2, ma due di loro stanno costantemente migliorando le proprie prestazioni e, con buon margine sui pari-grado, si stanno contendendo il titolo di Rookie of The Year della categoria. I piloti di cui stiamo parlando sono il nostro Luca Marini ed il portoghese Miguel Oliveira.

Attuale vice-Campione del Mondo Moto3, Oliveira ha esordito con un undicesimo posto in Qatar che gli ha permesso di iniziare già a raccogliere punti iridati. La sua stagione prosegue con un ventunesimo posto e due ritiri, prima di guadagnare la top ten in Francia grazie ad una nona posizione al traguardo. Seguono un tredicesimo posto, una ottava piazza ed una quindicesima posizione, portando a casa quindi altri punti iridati, mentre l’appuntamento in Germania si è chiuso con una caduta ad inizio gara.

L’unico pilota portoghese presente nel Motomondiale si sta comportando davvero bene: tra un esame e l’altro per diventare dentista, Oliveira si sta impegnando a fondo per continuare a portare risultati storici al suo paese, che dopo le prime vittorie mondiali ed il titolo quasi sfiorato nella categoria minore segue con sempre maggiore interesse le imprese del proprio rappresentante nel campionato del mondo.

Confronto tra Miguel Oliveira (44) e Luca Marini (10) per il riconoscimento di Rookie of the Year
Confronto tra Miguel Oliveira (44) e Luca Marini (10) per il riconoscimento di Rookie of the Year

Per quanto riguarda Luca Marini, il primo italiano a salire sul podio nel CEV Moto2 debutta in Qatar con un ottimo decimo posto ed i primi punti iridati, a cui seguono un diciottesimo posto, un ritiro ed una sedicesima piazza. Torna a punti in Francia grazie ad una dodicesima posizione finale mentre le tre gare successive si chiudono in anticipo per cadute.

Volato in Germania appena conclusi gli esami di maturità (superati brillantemente), in condizioni tutt’altro che facili per via della pioggia il giovane pilota di Tavullia riesce a conquistare un bel sesto posto che gli permette di portare a casa ben dieci punti iridati: il suo distacco da Oliveira nella classifica dei rookie è ora di sole quattro lunghezze. Da tempo sotto i riflettori per chiare ragioni, Marini non sembra soffrire troppo la pressione mediatica ed è concentrato su un unico obiettivo, ovvero “crescere e fare tesoro dei miei errori“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy