Moto2 Le Mans Prove 3 Super Pecco Bagnaia il Rookie ci prende gusto

Moto2 Le Mans Prove 3 Super Pecco Bagnaia il Rookie ci prende gusto

Moto2 Le Mans Prove 3 Super Pecco Bagnaia il Rookie ci prende gusto Precede di un soffio Franco Morbidelli Benissimo anche Luca Marini 4° tempo

Si chiude con un duo italiano in testa la terza ed ultima sessione di prove libere per la categoria Moto2: il miglior tempo è di Francesco Bagnaia, che quasi a fine turno ha piazzato la sua KALEX davanti al leader iridato Franco Morbidelli ed a Thomas Luthi, autori dello stesso crono e staccati dal capoclassifica di appena 91 millesimi. Segue in quarta piazza Luca Marini a poco più di due decimi, mentre chiude in top ten anche Simone Corsi, protagonista di una caduta senza conseguenze.

Il giovane esordiente del debuttante Sky Racing Team VR46, reduce dal primo podio in Moto2 ottenuto a Jerez, continua a mostrarsi sempre più competitivo in questa categoria: ne è un’ulteriore prova il tempo di 1:37.386, superiore per solo un decimo al record della pista stampato da Thomas Luthi, con cui chiude questo turno, ponendosi davanti a Franco Morbidelli ed allo svizzero del team CarXpert Interwetten, che chiudono dietro all’italiano con lo stesso tempo. Ottiene il quarto crono Luca Marini, che ha preceduto Dominique Aegerter e Axel Pons, mentre in settima piazza troviamo Xavier Simeon davanti a Ricky Cardus (nuovamente in pista questo weekend come sostituto di Brad Binder) e Yonny Hernandez. Decima piazza per Simone Corsi, solo tredicesimo Lorenzo Baldassarri, il più rapido nel corso della prima giornata, mentre Mattia Pasini chiude diciannovesimo, Andrea Locatelli è ventiduesimo, Stefano Manzi è venticinquesimo, Axel Bassani è ventisettesimo.

In un turno costellato di cadute, tra le quali anche quelle dei nostri Corsi e Pasini, la più violenta è stata quella di Alex Marquez, vittima a La Chapelle di un highside e con la sua KALEX che colpisce un incolpevole Iker Lecuona, finito anche lui a terra. Soccorsi immediatamente dai commissari, entrambi i piloti si allontanano dalla pista sulle proprie gambe, dirigendosi poi al Centro Medico: è il pilota del team Garage Plus Interwetten ad avere la peggio, costretto a chiudere in anticipo il weekend in Francia per la frattura della clavicola destra già lesionata nel corso dei test invernali, ma che questa volta dovrà essere operata. Marquez junior invece si è rotto il quinto metatarso del piede sinistro: sarà comunque in grado di tornare in pista per la qualifica del pomeriggio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy