Moto2 AmericaGP Alex Rins domina, Simone Corsi sesto

Moto2 AmericaGP Alex Rins domina, Simone Corsi sesto

Niente da fare contro lo spagnolo partito in pole e sempre in controllo. Miglior italiano Corsi, discutibile la penalizzazione di Baldassari

La gara della Moto2 ci mostra un unico dominatore: dopo aver ottenuto la pole position, Alex Rins mantiene dall’inizio alla fine la testa della corsa, ottenendo la vittoria su un tracciato a lui da sempre congeniale. In seconda posizione c’è Sam Lowes, che ha cercato senza successo di contrastare lo spagnolo, mentre sale sul terzo gradino del podio il campione in carica Johann Zarco. Bella gara di Simone Corsi, in lotta fino alla bandiera a scacchi per la quarta posizione e che chiude sesto, migliore degli italiani.

Si comincia con ritardo anche in questa categoria, per la presenza di olio in pista che ha causato il posticipo della partenza della Moto3. Non prenderà parte alla gara Efren Vazquez, protagonista di un brutto incidente ieri che gli ha procurato un trauma cranico e la frattura della caviglia destra. Allo spegnimento del semaforo c’è l’ottimo scatto di Aegerter che prende la testa della corsa, ma alla prima curva Rins riesce a riprendersi la prima posizione, davanti a Zarco, Aegerter, Lowes e Folger. Dopo pochi giri il vantaggio di Rins comincia ad essere importante, ma Lowes riesce a passare in seconda posizione e recupera costantemente sullo spagnolo, marcando anche il nuovo record del circuito in 2:09.944. Nel frattempo Pons e Baldassarri vengono penalizzati con un ride through per partenza anticipata.

È battaglia intanto per la terza piazza tra Zarco, Aegerter, Luthi e Folger, ma devono guardarsi alle spalle perché Corsi e Nakagami stanno recuperando su di loro. Nel frattempo finisce la gara di Luca Marini e Robin Mulhauser, entrambi a terra alla curva 11 dopo un contatto, mentre rientra al box Danny Kent, costretto al ritiro per un problema tecnico. Ad una decina di giri dalla fine il rookie Miguel Oliveira finisce a terra alla curva 5, ma si rialza prontamente e cerca di continuare la gara, prima di essere costretto al ritiro.

Con Rins e Lowes stabilmente nelle prime due posizioni, la lotta si concentra tutta dietro di loro, perché il terzo gradino del podio non è ancora certo, anzi sembra si continuerà fino al traguardo. La battaglia però perde un contendente, perché Nakagami finisce a terra alla curva 1 dopo un contatto con Corsi: riuscirà a tornare in pista, ma ha perso molte posizioni. L’incidente però finisce sotto la lente d’ingrandimento della Direzione Gara, che deciderà in seguito eventuali sanzioni. Il gruppo comincia a sgranarsi: Zarco ha accumulato più di un secondo di margine sugli inseguitori, volando verso il podio.

Taglia il traguardo Alex Rins, esultante per la strepitosa vittoria ottenuta oggi sul tracciato di Austin, mentre poco dietro di lui compare la sagoma di Sam Lowes, mai in grado di avviare la battaglia con lo spagnolo ma che porta a casa un ottimo secondo posto. Sale sul terzo gradino del podio Johann Zarco, che negli ultimi giri ha la meglio su Dominique Aegerter, Jonas Folger, Simone Corsi e Thomas Luthi, giunti in quest’ordine al traguardo. Per gli altri piloti nostrani, dobbiamo scorrere di più la classifica: Franco Morbidelli ottiene la quindicesima posizione, Mattia Pasini la diciassettesima, mentre Lorenzo Baldassarri e Alessandro Tonucci occupano le ultime posizioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy