LIVE MotoGP Test Phillip Island Giorno 3 Gli aggiornamenti dalla pista

LIVE MotoGP Test Phillip Island Giorno 3 Gli aggiornamenti dalla pista

Seguite con noi il LiveWeb dei test ufficiali MotoGP in Australia: in pista a partire dalle 23:45 italiane. Maverick Vinales è imbattibile?

Commenta per primo!

ore 17:45 (07:45 italiane) VINALES NON SI BATTE, RISALE LORENZO

MotoGP Testing - Phillip IslandUn martello implacabile, ossessionato dall’idea di stare davanti. Maverick Vinales chiude da protagonista assoluto i test ufficiali che la MotoGP ha svolto per tre giorni a Phillip Island, a sei settimane dal via del Mondiale il 26 marzo in Qatar.

Il nuovo compagno di Valentino Rossi, solo undicesimo a un secondo, ha limato altri tre decimi per un 1’28”549 quasi un secondo sotto il giro veloce della gara di ottobre scorso. Marc Marquez, primatista del primo giorno, sul giro secco si è dovuto inchinare pagando 294 millesimi. Il campione del Mondo a però è stato di nuovo velocissimo sul passo: Maverick contro Marc sarà un duello stellare.

E Valentino Rossi? Le difficoltà incontrate su uno dei circuiti preferiti non sono un bel segnale. “Non sono contento, abbiamo lavorato tanto ma senza trovare la strada giusta” ha detto il nove volte Mondiale al termine della sessione conclusa in anticipo. “Ho già parlato coi tecnici, bisognerà seguire nuove strade per avvicinare Vinales e Marquez che anche qui sono stati i più veloci”.

Tira un mezzo respiro di sollievo la Ducati che ha riportato Jorge Lorenzo il linea di galleggiamento, ottavo tempo a 8 decimi dalla vetta, proprio dietro Andrea Dovizioso. Lo spagnolo si è dato una mossa alla fine, con la pista meno veloce, perchè in questo momento l’attacco al giro veloce è l’ultima delle priorità. Il margine per avanzare verso le posizioni che contano c’è.

Vinales ha fatto il tempo in tarda mattinata, con la pista più fresca e veloce, ma nel pomeriggio, con 36°C sull’asfalto, c’erano comunque le condizioni per andare forte. Ne ha approfittato Dani Pedrosa, salito in 3° posiziona, a conferma dei sostanziali progressi compiuti da una Honda che sembra aver fugato (almeno su questo tracciato…) le incertezze tecniche emerse nella precedente tappa di collaudo in Malesia. Con la RC213V satellite bene (5° tempo) anche Cal Crutchlow vincitore 2016.

La sorpresa è venuta dai debuttanti sbarcati dalla Moto2 Jonas Folger 4° con Yamaha Tech 3 (con caduta innocua alla fine) e Alex Rins sesto con la stessa Suzuki di Andrea Iannone parcheggiato il dodicesima posizione.

Tra un mese l’esame di riparazione in Qatar, con le ultime tre giornate di collaudo prima della partenza del Mondiale.

ore 16:30 (06:30 italiane) CADE JONAS FOLGER, MA E’ OK

cover caduta JonasA poco più di un’ora dalla conclusione in pista sta succedendo poco o nulla. Il poco è una scivolata senza danni fisici per Jonas Folger, tedeschino in arrivo dalla Moto2 autore al mattino del terzo tempo con la Yamaha M1 della satellite Tech 3. Folger è stato riaccompagnato ai box da un commissario di percorso, in motorino. Al momento lo stakanovista della sessione è Johan Zarco, iridato Moto2 e compagno di squadra di Folger, con 80 giri all’attivo. Intanto, in fondo al plotone, si avvia a conclusione il collaudo della KTM RC16 che lascia l’Australia con più dubbi che certezze. Pol Espargaro sta incassando 1″5 di ritardo dalla vetta mentre Bradley Smith anche oggi chiude sconsolatamente le fila occupando la 22° posizione.

ore 15:40 (05:40 italiane) MARC MARQUEZ 24° COMPLEANNO 

compleanno marquezPer uno strano scherzo del destino i due grandi rivali della MotoGP 2015, Rossi e Marquez, festeggiano il compleanno ad un giorno di distanza. Giovedi Valentino aveva tagliato il traguardo dei 38, oggi è toccato al catalano, adesso a quota 24. A questa ancor verdissima età MM93 ha già vinto 5 Mondiali, 3 in MotoGP, in appena quattro partecipazioni. Chissà se riuscirà a raggiungere i nove di Rossi, o i quindici di Sua Maestà Giacomo Agostini…  Intanto in pista nessuna novità di rilievo e attività ridotta ai minimi termini.

ore 15:00 (05:00 italiane) LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA?

cover gommeLa terza giornata è di norma la più critica nei test invernali. I piloti percorrono in un giorno molti più giri rispetto ai normali week end di gara. Giovedi, tanto per dirne uno, Marc Marquez ha inanellato 107 giri  pari a 475 chilometri, ovvero la distanza di quattro GP! Per cui oggi le uscite sono più sporadiche, anche perchè parecchie squadre hanno pressochè esaurito l’agenda tecnica. A tre ore dallo scadere ci sono solo tre piloti in pista, compreso il recordman Maverick Vinales. E con 44°C la pista è assai più lenta rispetto al mattino quando il nuovo fenomeno Yamaha aveva stampato un formidabile 1’28″549. Al momento non si registrano modifiche in classifica. Con la pista così calda sarà difficile assistere a prestazioni entusiasmenti nel finale, ma non è mai detto….Stay on line!

ore 13.00 (03:00 italiane) DANI PEDROSA SI SVEGLIA 

Dani Pedrosa
Dani Pedrosa

Dopo la sfuriata della tarda mattinata si calmano i bollenti spiriti degli assi MotoGP. Non ci sono variazioni al vertice (Vinales, Marquez e Folger) e l’unico progresso degno di nota a ridosso della pausa pranzo è quello di Dani Pedrosa che con 1’29″110 sale in quarta posizione. Il giorno prima la seconda guida Honda HRC aveva compiuto pochissimi giri dovendo fare i conti con un malessere passeggero, mal di gola e qualche linea di febbre. Valentino Rossi non si schioda dalla nona posizione, sempre a quasi un secondo dalla Yamaha gemella di Maverick Vinales. Nessun progresso pure per Jorge Lorenzo sempre fermo a 1’29″653 del primo mattino. Lo spagnolo Ducati è sceso al dodicesimo posto.

ore 11:10 (01:10 italiane) MAVERICK VINALES, CHE FENOMENO!

Maverick Vinales
Maverick Vinales

Eccolo, Super Maverick: allo scoccare della prima ora di test abbassa di tre decimi il riferimento del giorno prima e balza al comando con 1’28″549, lasciando Marc Marquez a quasi tre decimi. Spettacolare anche la prestazione del debuttante Jonas Folger, 1’29″042 con la Yamaha della satellite Tech 3: è dall’inizio dei test invernali che il tedeschino vola: sarà la sorpresa del 2017? Okay, sono prestazioni un pò fini a se stesse (parliamo anche di Vinales…) fatte con gomma tenera, pista in condizioni ideali, e tutto il resto. Ma è evidente che questo martellamento a suon di giri veloci comincia pesare: Valentino Rossi, con l’altra Yamaha ufficiale, è sesto staccato di quasi un secondo dallo scomodissimo neo compagno di team. Lorenzo non è ancora riuscito a limare la prestazione ottenuta in apertura di sessione.

ore 10:35 (00:35 italiane) ECCO JORGE LORENZO

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo

La pista è stata riaperta intorno alle 10:10 dopo le prove di partenza sul rettilineo. E la prima notizia di rilievo è la resurrezione di Jorge Lorenzo che abbatte per la prima volta il muro di 1’30” e ricuce le distanze dai big. La Ducati è in gran spolvero anche con Andrea Dovizioso al momento in vetta alla classifica con 1’29″248 (miglior crono dei tre giorni, per adesso) seguito dal solito Vinales (1’29″337) dal rinfrancato Jack Miller (1’29″422), Valentino Rossi (1’29″470 e Marc Marquez (1’29″511). Lorenzo è sesto  (1’29″653) ma le posizioni cambiano di continuo. Con 29°C sull’asfalto questa comincia ad essere la migliore “finestra” di temperature per fare i tempi, quindi è prevedibile che nelle prossime due ore si scatenerà la caccia al primato, prima che la pista si scaldi troppo com’è accaduto il giorno precedente

ore 10:00 (24:00 Italiane) PROVE DI PARTENZA

cover startE’ cominciata la terza e ultima giornata dei test ufficiali MotoGP a Phillip Island. Meteo quasi ideale: cielo legermente coperto, temperatura aria 20°C, asfalto 23°C e assenza di vento. La pista al momento è chiusa per permettere l’utilizzo del rettilineo di partenza per prove di partenza. Il tempo da battere è 1’28″847 realizzato ieri da Vinales. Ricordiamo i riferimenti: il record ufficiale (in gara) è 1’28″108 firmato da Marc Marquez nel 2013, il primato assoluto (qualifica) 1’27″899 di Jorge Lorenzo (Yamaha) lo stesso anno. Ma era un’altra epoca, c’era il monogomma Bridgestone e l’elettronica libera. Adesso le coperture sono Michelin, la centralina è uguale per tutti (Marelli) e il software di controllo ha varie limitazioni. Nella gara di ottobre scorso il giro veloce era stato ottenuto dal vincitore Cal Crutchlow in 1’29″494. Il tempone di Vinales è dunque il miglior tempo mai registrato con il nuovo regolamento.

A Phillip Island (Australia) la terza e ultima giornata dei test ufficiali MotoGP. Si gira dalle 9:45 alle 17:45, cioè le 23:15-07:45 italiane. Seguite con noi tutto quanto succede in pista: giri veloci, tecnica, riferimenti e foto direttamente dall’Australia.

Nella seconda giornata Maverick Vinales, 21enne compagno di squadra di Valentino Rossi, ha stampato uno straordinario 1’28″847, miglior riferimento dell’era monogomma Michelin. Rossi e Marc Marquez, che oggi compie 23 anni, riusciaranno  a batterlo?

Scopritelo qui.

Tempi e cronaca della seconda giornata

Parla Rossi “Vinales? No, il pericolo è Marquez”

Aprilia, che progressi!

Jorge Lorenzo “La mia Ducati è nervosa”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy