KTM, Leitner: “Stoner e Marquez veloci con la moto di Pedrosa”

KTM, Leitner: “Stoner e Marquez veloci con la moto di Pedrosa”

Mike Leitner, team manager KTM, ha grande fiducia nel ruolo di collaudatore di Dani Pedrosa. “Stoner e Marquez hanno iniziato con la sua moto”.

di Luigi Ciamburro
Mike Leitner

Dopo una buona prima stagione in classe regina, nel 2018 KTM ha dovuto rallentare il passo nell’evoluzione della RC16. I risultati non corrispondono alle aspettative, ma è pur vero che la casa austriaca ha dovuto fare i conti con la cattiva sorte: prima il ko di Mika Kallio nelle prove libere del Sachsenring, poi il doppio infortunio di Pol Espargarò a Brno e ad Aragon. A quel punto lo sviluppo della moto è rimasto nelle mani del solo Bradley Smith, con Randy De Puniet che ha potuto compiere solo dei test di base.

Dai test di Valencia e Jerez il team di Mattighofen ha potuto schierare ben quattro alfieri e pochi giorni fa ha debuttato Dani Pedrosa in veste di collaudatore. Il team manager Mike Leitner conta molto sulla sua esperienza per dare un’accelerate all’evoluzione della RC16: “È un pilota esperto in MotoGP e può concentrarsi su aspetti che Mika non può fare perché si è perso questi anni in MotoGP. Dal livello che abbiamo ora, penso che Dani possa aiutarci molto a fare il prossimo passo“, ha spiegato l’ingegnere KTM a Crash.net.

Sono in molti a chiedersi se il pilota di Sabadell possa davvero offrire un contributo sostanzioso nella crescita della moto, considerando che ha un peso di 10 kg inferiore alla media. A tal proposito Leitner non ha nessun dubbio: “Quando ho lavorato con lui, la storia mi ha mostrato molte volte ha consegnato lui la moto a piloti più alti e pesanti ed erano subito veloci. Quindi non è mai stato necessario costruire una nuova moto quando è arrivato Casey (Stoner, ndr) o Marc (Marquez, ndr). In realtà hanno iniziato con questa moto sviluppata da Dani. Questo mi dà molta fiducia che farà un buon lavoro“.

KTM è una squadra ancora molto giovane, che ha appena concluso la sua seconda stagione e si ritrova a lottare con quattro costruttori che sono in MotoGP da oltre 15 anni consecutivi. Il primo diretto avversario è Aprilia, in classe regina da quattro anni. Adesso a Mattighofen si lavora sui dati raccolti nel post campionato, compreso il feedback rilasciato da Pedrosa il 18-19 dicembre, quando ha girato a Jerez insieme a Kallio. “In MotoGP è difficile fare grandi cose – ha aggiunto Mike Leitner -. Penso che abbiamo alcuni punti positivi sulla nostra moto e dobbiamo correggere i punti deboli. Questo funzionerà solo con il duro lavoro del nostro team di test, con un duro lavoro in pista e con alcune buone idee. D’ora in poi dobbiamo pensare passo dopo passo perché è facile andare nella direzione sbagliata“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy