Gigi Dall’Igna: “Dispiace per Jorge Lorenzo, andremo avanti da nemici”

Gigi Dall’Igna: “Dispiace per Jorge Lorenzo, andremo avanti da nemici”

Jorge Lorenzo ha regalato un casco e un orologio a tutti gli uomini del box Ducati per onorare il suo addio. Gigi Dall’Igna: “Dispiace a noi e a lui, ma non possiamo cambiare”.

di Luigi Ciamburro
Gigi Dall'Igna

Inizia il week-end degli addii in casa Ducati, con Jorge Lorenzo che scende in pista a Valencia per l’ultimo Gran Premio in sella alla Ducati. Nonostante le pessime condizioni meteo e il precario stato di salute con il polso non ancora al 100%, il maiorchino ha stretto i denti per mettere una degna firma su una collaborazione durata due anni, intensi e non sempre felici. Un’avventura iniziata in salita, con l’ex Yamaha che ha impiegato più del previsto per prendere le misure alla Desmosedici, fino alla svolta del Mugello, quando alcune modifiche gli hanno reso la vita più facile, consentendogli di conquistare tre vittorie e un podio.

JORGE LORENZO – La caduta di Aragon e l’infortunio in Thailandia non hanno permesso di chiudere questo matrimonio come meritava, ma nelle corse l’imprevisto è sempre dietro l’angolo e bisogna pur conviverci. Ieri sera Jorge Lorenzo ha regalato un casco e un orologio alle persone del box Ducati, rivivendo i momenti salienti con un video realizzato ad hoc. “Una delle cose che più mancherà sarà l’aspetto umano, la relazione che abbiamo creato in questi due anni – ha detto il pilota di Maiorca a Sky Sport MotoGP -. Umanamente sono persone eccezionali oltre che professionisti di alto livello. Con Cristian (Gabarrini) è stato facile avere una relazione molto buona, dopo nove anni di lavoro con Ramon Forcada ci voleva del tempo per capirsi, qui dopo qualche mese è andato tutto bene. Due anni un po’ incostanti, con momenti anche non molto belli, però diciamo che i momenti belli sono stati molto buoni e con tutta la squadra li abbiamo sfruttati molto“.

CRISTIAN GABARRINI – Il capotecnico Cristian Gabarrini non seguirà Lorenzo in Honda, come inizialmente ipotizzato, ma si occuperà da vicino dell’evoluzione di Francesco Bagnaia con l’obiettivo di crescere un futuro campione. “Dispiace a tutti, si era creato un bel rapporto tra Jorge e tutta la squadra – ha detto Cristian Gabarrini -. I momenti difficili solitamente o uniscono o creano una spaccatura. Nel nostro caso ci hanno unito molto, però le cose sono così… iniziano e finiscono, ci porteremo dentro un bel ricordo. Non avevo mai conosciuto una persona così determinata, non si è mai perso d’animo, ha sempre lottato come un guerriero. E resta uno dei piloti più talentuosi del Mondiale“.

GIGI DALL’IGNA – A spingere per Jorge Lorenzo in Ducati è stato soprattutto Gigi Dall’Igna, regista della rivoluzione Ducati degli ultimi anni, che ammette qualche difficoltà di troppo e un errore di previsione. “Non si può dire che è mancato qualcosa al pilota, ma qualcosa è mancato al suo insieme. Non mi aspettavo che ci volesse un anno di ambientamento per poter esprimere il suo potenziale sulla nostra moto, ma in realtà le cose sono andate in maniera diversa – ha confessato il Direttore Generale di Ducati Corse -. Solo da quest’anno siamo riusciti a dimostrare che poteva andare forte con una Ducati, ma di cose belle ne abbiamo fatte davvero tante. Siamo stati anche sfortunati nell’ultima parte di stagione, perché avremmo potuto capitalizzare di più, però Jorge ha dovuto saltare molte gare, dispiace a noi e a lui. Ma le cose non si possono cambiare e andremo avanti da nemici“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy