Esclusiva Nicolò Bulega: “Iniziamo a pensare al prossimo anno”

Esclusiva Nicolò Bulega: “Iniziamo a pensare al prossimo anno”

Intervista esclusiva a Nicolò Bulega dello Sky Racing Team VR46 di Moto3 alla vigilia del GP di Brno: “Sarà una seconda metà di stagione in crescendo”.

di Luigi Ciamburro
Nicolò Bulega

Nicolò Bulega ha brillato nelle prove libere a Brno girando sul 2’08 al mattino, ma le alte temperature non gli hanno permesso di ripetersi nelle qualifiche ed è rientrato ai box senza aver concretizzato l’ultimo run. Partirà dalla sesta fila il giovane pilota dello Sky Racing Team di Moto3, che andrà alla ricerca di un setting migliore in ottica gara nella giornata di domani per portare a casa il miglior risultato possibile.

Ad Assen e al Sachsenring sono arrivati i primi punti stagionali. Cosa ha impedito finora di poterti esprimere al meglio?

La chiave è stata tra Mugello e Barcellona, quando, grazie allo Sky Racing Team VR46, abbiamo avuto l’occasione di fare alcuni test privati. Abbiamo lavorato davvero sodo e, grazie all’impegno di tutti e al supporto di KTM, ad Assen sono arrivati i primi punti Mondiali. Anche al Sachsering abbiamo centrato un risultato simile e continueremo in questa direzione. In avvio di stagione, ho fatto davvero fatica a trovare le sensazioni che volevo sull’avantreno e questo non mi permetteva di esaltare le mie caratteristiche di guida e di esprimermi al meglio.

Cosa chiedi al tuo team per poter compiere un ulteriore salto in avanti? E a te stesso?

Come dicevo, senza il supporto e il lavoro del Team, non sarei mai riuscito a ritrovare il feeling che cercavo. Anche da parte di KTM l’impegno è stato moltissimo e costante. Dobbiamo continuare in questa direzione, curare tutti gli aspetti e riuscire a fare un altro step in avanti sul setting per chiudere al meglio la stagione in corso.

Inizi a pensare che la Moto3 inizi ad esserti un po’ stretta?

Lo scorso anno, in accordo con lo Sky Racing Team VR46, ho deciso di rimanere in Moto3 per un altro anno. Ma tra l’infortunio al piede, con cui ho chiuso la stagione passata, una riabilitazione molto lunga e un approccio non facile alla nuova KTM, al momento, ho raccolto sicuramente meno del previsto. Sono più alto della media, è vero! E anche il peso non aiuta, ma sono particolari che dobbiamo gestire.

Hai già deciso cosa fare nel 2019? Se no, quando sarà il momento giusto per una decisione?

Siamo ormai a metà stagione, iniziamo a pensare al prossimo anno. Quando sarà il momento, svelerò i miei piani per il futuro. Per ora è importante rimanere concentrati sul lavoro e cercare di ricucire ulteriormente il gap.

Pensi che questa stagione sia ormai rovinata? Quali sono gli obiettivi?

Nella prima metà della stagione ho fatto fatica ad esprimere tutto il mio potenziale, ma abbiamo tenuto duro, lavorato moltissimo, accorciato le distanze e stiamo tornando vicinissimi ai più forti. Sicuramente mi aspetto una seconda metà del 2018 in crescendo dove cercheremo di portare a casa quanto più possibile.

Ti piace il circuito di Brno e quali sono le prime sensazioni dopo le prove libere e/o qualifiche?

Assolutamente si, uno tra i miei preferiti. Mi piace il layout nel complesso: si parte in leggera discesa fino ad arrivare alla lunga ed impegnativa salita che porta al traguardo. E la S nel mezzo del tratto finale è da fare tutta di un fiato. Siamo partiti con il piede giusto, siamo rimasti subito attaccati ai più veloci. Il feeling con la moto è buono, riesco a guidare come vorrei, ma possiamo fare ancora un piccolo step per essere più performanti a centro curva e quindi ancora più incisivi.

Chi vedi come favorito per il campionato di Moto3?

Ci sono diversi piloti che possono lottare per il titolo, sicuramente Martin, Bezzecchi, Canet, Bastianini. Sarà una bella lotta fino a Valencia.

Scommetti con Johnnybet

Biglietti e offerte per il GP di Misano

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy