Ciabatti-Puig: accordo per il debutto di Jorge Lorenzo in Honda

Ciabatti-Puig: accordo per il debutto di Jorge Lorenzo in Honda

Jorge Lorenzo debutterà sulla Honda RC213V il 20 novembre a Valencia. Paolo Ciabatti e Alberto Puig si sono incontrati per definire i dettagli dell’accordo.

di Luigi Ciamburro
Jorge Lorenzo

Venerdì scorso a Phillip Island Paolo Ciabatti e Alberto Puig si sono incontrati per parlare e definire i dettagli sul debutto di Jorge Lorenzo in sella alla Honda. Il pilota maiorchino, rimasto a Lugano lo scorso week-end dopo essere stato operato al polso dal dott. Mir, resta in dubbio per il prossimo appuntamento in Malesia. Nel paddock già si vocifera che sarà Michele Pirro a salire sulla Desmosedici ufficiale, ma si resta in attesa del no ufficiale del maiorchino.

UN DEBUTTO CONCORDATO – Il 20-21 novembre Jorge salterà in sella alla RC213V per la prima volta, in occasione del primo test collettivo invernale del 2019. Due giorni fondamentali per il futuro del pilota che lascerà la Ducati per iniziare una nuova avventura che lo porterà nel medesimo box di Marc Marquez. La casa di Borgo Panigale ha siglato un accordo con la Honda per consentirgli di debuttare prima della scadenza di contratto (31 dicembre 2018), sia a Valencia che a Jerez una settimana dopo. Il tre volte campione della MotoGP guiderà un prototipo dipinto di nero, come successo due anni fa quando ha provato per la prima volta la Desmosedici. Potrà parlare anche con i media, ma non gli sarà concesso di fare confronti tra le due moto. Due anni fa, quando Lorenzo lasciò la Yamaha e fu autorizzato a girare al Ricardo Tormo, un piccolo logo Ducati spuntò sulla sua moto con livrea nera, scatenando qualche polemica e tensione. L’obiettivo è di evitare il ripetersi di una simile “distrazione”.

TEST INVERNALI – Intanto in casa HRC si lavora a pieno ritmo per allestire la moto 2019, migliorare il feeling con l’anteriore e cercare di garantire un prototipo meno nervoso al neo arrivato. Stefan Bradl è sceso in pista un mese fa a Jerez e a Motegi dopo il Gran Premio di Misano. Per il collaudatore tedesco, impegnato anche a fine novembre a Jerez, sono previsti altri test fino a Natale e a gennaio, dal momento che i test rider non sono sottoposti all’obbligo dello stop invernale. L’obiettivo è non farsi trovare impreparati per il debutto ufficiale di Jorge Lorenzo.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy