Asia Talent Cup Sepang ospita la finale 2016

Asia Talent Cup Sepang ospita la finale 2016

In concomitanza con la MotoGP va in archivio la terza stagione della Asia Talent Cup, monomarca Honda NSF250R per coltivare i giovani talenti di Asia e Oceania.

Inizialmente accolta con scetticismo da parte degli addetti ai lavori, nel corso di questo primo triennio di attività la Asia Talent Cup, serie su base monomarca Honda NSF250R fortemente voluta da Dorna Sports e Honda per coltivare le giovani promesse del motociclismo di Asia e Oceania, si è ritagliata uno spazio sempre più importante nel contesto internazionale raggiungendo il proprio intento di promuovere al Motomondiale, CEV e Red Bull MotoGP Rookies Cup volti nuovi in nazioni finora inesplorate (o quasi). Dal ‘folklore‘ della prima edizione vissuta nel 2014, la Asia Talent Cup è cresciuta in termini prettamente qualitativi con piloti sempre più preparati, sempre più propensi a dar prova del proprio valore in palcoscenici d’eccellenza come il circus della MotoGP. Una tesi ribadita da una stagione 2016 decisamente coinvolgente che vedrà il proprio epilogo questo fine settimana al Sepang International Circuit con due gare in concomitanza con il Gran Premio della Malesia del Motomondiale, oltretutto con ben 7 piloti matematicamente ancora in corsa per la conquista del titolo.

IL CONCEPT – Se con la Red Bull MotoGP Rookies Cup si è strizzato prevalentemente l’occhio su piloti già con una discreta esperienza, l’istituzione della Shell Advance Asia Talent Cup nel 2014 ha colmato un vuoto nel motociclismo. Di fatto la SAATC è quel tassello che mancava per consentire ai piloti ancora ‘acerbi‘ di Asia e Oceania di maturare esperienza internazionale, seguiti passo-dopo-passo da uno staff di prim’ordine (Alberto Puig, Hiroshi Aoyama e non solo) su circuiti di livello (da Sepang a Losail passando per Motegi) in concomitanza con tappe della MotoGP e World Superbike. Questo format ha progressivamente reso i “pilotini” originariamente mandati allo sbaraglio sempre più preparati, pronti per i successivi “step” di carriera rappresentati dal CEV o dalla Red Bull MotoGP Rookies Cup con la tappa d’arrivo rappresentata dal Motomondiale.

Kazuki Masaki (2) e Deniz Oncu (7) rivelazioni della Asia Talent Cup 2016
Kazuki Masaki (2) e Deniz Oncu (7) rivelazioni della Asia Talent Cup 2016

DA QUI PROMOSSI SASAKI, TOBA E NORRODIN – In soltanto 3 stagioni di attività la Asia Talent Cup è riuscita infatti a svezzare tre piloti che vedremo l’anno prossimo al via a tempo pieno del Mondiale Moto3, già protagonisti in ambito internazionale. Kaito Toba, Campione dell’inaugurale edizione 2014, oggi è un affermato protagonista del CEV (vincitore di Gara 2 a Valencia, 3° in campionato) e ha già vinto gare nella Red Bull MotoGP Rookies Cup. Ancor più emblematica l’impronta di Ayumu Sasaki, sedicenne pupillo HRC in trionfo nella SAATC 2015, Campione quest’anno della Red Bull MotoGP Rookies Cup, con già due piedi nel Mondiale: questo weekend sostituirà a Sepang l’infortunato Enea Bastianini con il team Gresini mentre nel 2017 farà parte del SIC Racing Team sempre con la disponibilità di una competitiva Honda NSF250RW. Accanto al nuovo baby-prodigio del motociclismo All Japan correrà nuovamente Adam Norrodin, malese che non aveva propriamente esaltato nel contesto della Talent Cup, ma che al debutto in Moto3 ha sfiorato un clamoroso podio a Termas de Rio Hondo sotto la pioggia battente.

SETTE PILOTI IN LIZZA PER IL TITOLO – Se la Asia Talent Cup si conferma pertanto una vetrina formativa ulteriormente impreziosita dal progetto parallelo Asia Talent Team nel Mondiale Junior FIM (con ben cinque piloti coltivati proprio in questa serie, tra questi gli stessi Sasaki e Toba), la più stretta attualità in quel di Sepang offre un avvincente confronto-a-7 per il titolo. Con 50 punti in palio nelle due gare in programma tra sabato 29 e domenica 30 ottobre, tutto è ancora in gioco con Ai Ogura, in evidenza quest’anno anche nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, che si presenterà da capoclassifica forte dei 160 punti maturati grazie a tre affermazioni raccolte tra Sepang, Zhuhai e Motegi. Il quindicenne giapponese dovrà vedersela con la rivelazione-thailandese Somkiat Chantra, di maggior esperienza, a lungo in testa quest’anno e ora a -7 dalla vetta complice il mezzo passo-falso dell’ultimo round disputatosi al Twin Ring.

Due gare per assegnare il titolo 2016
Due gare per assegnare il titolo 2016

Pienamente in lizza per l’alloro finale altri tre giapponesi come Ryusei Yamanaka (3° a quota 144), Yuki Kunii (6° a 119) e Kazuki Masaki (7° a 114 punti, dagli occasionali exploit nel CEV Moto3 con l’Asia Talent Team) più gli indonesiani Andi Izdihar e Gerry Salim, pronti a darsi battaglia nelle due gare in programma tra sabato e domenica rispettivamente alle 10:30 e 9:30 italiane.

Shell Advance Asia Talent Cup 2016
La Classifica di Campionato

01- Ai Ogura – JPN – Honda NSF250R – 160
02- Somkiat Chantra – THA – Honda NSF250R – 153
03- Ryusei Yamanaka – JPN – Honda NSF250R – 144
04- Andi Izdihar – INA – Honda NSF250R – 142
05- Gerry Salim – INA – Honda NSF250R – 136
06- Yuki Kunii – JPN – Honda NSF250R – 119
07- Kazuki Masaki – JPN – Honda NSF250R – 114
08- Shogo Kawasaki – JPN – Honda NSF250R – 72
09- Riku Sugawara – JPN – Honda NSF250R – 59
10- Can Oncu – TUR – Honda NSF250R – 54
11- Deniz Oncu – TUR – Honda NSF250R – 45
12- Idham Khairuddin – MAL – Honda NSF250R – 45
13- Irfan Ardiansyah – INA – Honda NSF250R – 33
14- Tom Edwards – AUS – Honda NSF250R – 32
15- Waraphod Niamsakhonsakul – THA – Honda NSF250R – 27
16- Bahattin Sofuoglu – TUR – Honda NSF250R – 18
17- Izam Ikmal – MAL – Honda NSF250R – 13
18- Alif Utama – INA – Honda NSF250R – 11
19- Ahamed Yanseen – IND – Honda NSF250R – 8

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy