Superstock 1000 Misano, Qualifiche: Ancora Markus Reiterberger

Superstock 1000 Misano, Qualifiche: Ancora Markus Reiterberger

Markus Reiterberger domina le qualifiche di Misano distanziando tutti nelle fasi iniziali. Prima fila per Riccardo Russo e Matteo Ferrari.

di Alessandro Palma

Qualifiche della Superstock 1000 senza storia a Misano. Markus Reiterberger ha messo le cose in chiaro già nei primi minuti, quando un giro in 1’36.139 lo ha portato subito in prima posizione. Il pilota tedesco ha poi limato 17 millesimi nella seconda metà della sessione (30 minuti), consolidando ancor di più la sua leadership.

Il pilota tedesco sembra essere su un altro pianeta e, salvo stravolgimenti, si prospetta una vittoria in solitaria come quelle di Aragon, Assen e Donington Park. Dietro al pilota Alpha Racing-Van Zon-BMW, invece, partiranno con lui dalla prima fila le wild card Riccardo RussoMatteo Ferrari. Mentre Russo sembra rinato grazie al team Ducati Motocorsa Racing, che lo ha accolto tra le proprie fila alla vigilia del round di Imola del CIV, Ferrari (leader del CIV Superbike con la Ducati del Barni Racing Team) punta a ottenere un altro grande risultato a livello internazionale dopo la sorprendente vittoria di Imola.

Nonostante una caduta, l’altra wild card Andrea Mantovani si è classificato quarto con l’Aprilia del team Nuova M2 Racing, a precedere il compagno di squadra “una tantum” Maximilian Scheib e Roberto Tamburini (BMW Berclaz Racing). Chiudono la top 10 gli altri italiani Federico Sandi, Axel Bassani, Luca Vitali e Samuele Cavalieri, ricordando che Bassani e Cavalieri corrono anch’essi come wild card.

Così gli altri italiani: 13° Alessandro Delbianco (non al meglio per un infortunio alla spalla destra), 15° Gabriele Ruiu, 16° Federico D’Annunzio (all’esordio con la Kawasaki C.M. Racing), 17° Luca Salvadori (ancora dolorante al ginocchio destro dopo il volo di Brno), 18° Emanuele Pusceddu, 19° Agostino Santoro, 20° Alex Bernardi, 22° Fabio Marchionni, 23° Armando Pontone, 25° Stefano Fugardi.

Cattura

Photo Credit: Marco Lanfranchi

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy