Superstock 1000 Magny Cours: Riparte il duello tra Michael Rinaldi e Toprak Razgatlioglu

Superstock 1000 Magny Cours: Riparte il duello tra Michael Rinaldi e Toprak Razgatlioglu

A Magny Cours la penultima tappa del Campionato Europeo Superstock 1000 promette grande battaglia. Lotta per il titolo ancora aperta.

Commenta per primo!

Dopo il duello tra Raffaele de Rosa e Leandro Mercado della stagione 2016, quest’anno l’Europeo Superstock 1000 sta vivendo un’altra appassionante lotta a due per il titolo e a giocarsi la vittoria del campionato sono il nostro Michael Rinaldi e Toprak Razgatlioglu, pronti a darsi battaglia anche sullo storico Circuit de Nevers.

RINALDI VUOLE IL RISCATTO – Grazie ai 26 punti che aveva di vantaggio su Razgatlioglu, Rinaldi aveva la possibilità di chiudere il discorso campionato già a Portimao, anche se per laurearsi campione con due gare d’anticipo avrebbe dovuto vincere e sperare in uno zero del turco. Le cose sono però andate molto diversamente da come si sperava e il pilota del Ducati Aruba.it Junior Team ha vissuto un weekend pieno di problemi conclusosi con un deludente nono posto in gara, risultato che ha permesso a Razgatlioglu, vincitore in Portogallo, di recuperare gran parte del distacco che aveva dal riminese. A Magny Cours Rinaldi cercherà di riscattarsi e di tornare a vincere e lo farà su una pista dove lo scorso anno ha tagliato il traguardo in ottava posizione.

Michael Rinaldi.
Michael Rinaldi.

TOPRAK IN RIMONTA – Dopo il passo falso di metà agosto al Lausitzring, quando è caduto a due giri dal termine mentre lottava per la vittoria, Razgatlioglu si è rifatto con gli interessi a Portimao e all’Autodromo Internacional do Algarve ha ottenuto la sua terza vittoria stagionale dopo quelle di Assen e Donington Park, portandosi così a -8 da Rinaldi (114 punti contro i 122 del pilota Ducati). L’alfiere del team Kawasaki Puccetti Racing è reduce dagli ottimi test a Portimao, dove con la Superbike della squadra emiliana ha girato con ottimi tempi e battuto numerosi piloti del Mondiale, e si presenterà a Magny Cours con l’obiettivo di bissare il successo ottenuto lì quasi tre anni fa, quando a sorpresa vinse la gara dell’Europeo Superstock 600 al suo esordio nella categoria.

Razgatlioglu in azione a Portimao. Foto: Philippe Damiens
Razgatlioglu in azione a Portimao. Foto: Philippe Damiens

ATTENTI A MARINO – Il duello per il titolo coinvolge Rinaldi e Razgatlioglu, ma dietro di loro si sta facendo sotto a suon di podi un Florian Marino terzo in campionato a -22 dal leader e pronto ad approfittare di eventuali errori da parte dei primi due. Nelle sette gare andate in archivio finora il pilota francese del team PATA Yamaha STK1000 non ha mai vinto, ma è comunque salito sul podio in quattro occasioni e, con l’eccezione dello zero per caduta di Imola, è sempre arrivato nei primi cinque posti. Riuscirà a ottenere davanti al pubblico amico la sua prima vittoria stagionale e a regalare così il primo successo in Superstock 1000 alla nuova Yamaha YZF-R1M?

“TAMBU” E SANDI ALL’ATTACCO – Con 50 punti ancora da assegnare rimane aritmeticamente in corsa per il titolo anche Roberto Tamburini, quarto nella classifica piloti a -40 dalla vetta. L’altro pilota ufficiale Yamaha è reduce dal terzo posto ottenuto lo scorso weekend nel CIV Superbike al Mugello e si presenterà in Francia con l’obiettivo di sfatare un tabù a Magny Cours, assieme ad Assen l’unica pista del calendario dove “Tambu” non è ancora salito sul podio in tre stagioni di Superstock 1000. Un altro italiano in cerca di riscatto è Federico Sandi, che dopo la sfortuna avuta nelle ultime tre gare (problemi tecnici a Misano e Portimao e contatto con Razgatlioglu in Germania) punta a ottenere finalmente il suo primo successo nella categoria, ampiamente alla portata del pilota del team BMW Berclaz Racing alla luce di quanto fatto vedere nelle ultime trasferte.

21762640_947371478737982_468385171730035528_o
Tamburini in azione nel CIV al Mugello.

GLI ALTRI – Nella lotta per la vittoria potrebbero rientrare altri piloti messisi più volte in evidenza nelle ultime gare e tra questi ci sono il cileno Maximilian Scheib (reduce da tre terzi posti in quattro round con l’Aprilia del team Nuova M2 Racing), l’australiano Mike Jones (compagno di squadra di Rinaldi, sul podio al Lausitzring) e Marco Faccani, vincitore a Misano con la BMW del team Althea Racing. Da segnalare che dopo il buon weekend di Portimao il Team Trasimeno andrà avanti fino a fine stagione col romano Gabriele Ruiu, chiamato a sostituire l’infortunato Walter Sulis in sella alla Yamaha della squadra umbra.

IN TV – La gara del Campionato Europeo Suprstock 1000 a Magny Cours scatterà domenica 1 ottobre alle ore 15:15 e sarà trasmessa in diretta su Italia2, canale 35 del digitale terrestre.

Foto in apertura: worldsbk.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy