Superstock 1000 Magny Cours Prove 2 Ancora Federico Sandi

Superstock 1000 Magny Cours Prove 2 Ancora Federico Sandi

Dopo il miglior tempo della mattinata Federico Sandi si ripete nelle FP2 e chiude in testa il venerdì di prove libere della Superstock 1000 a Magny Cours.

Commenta per primo!

Nella seconda sessione di prove libere del Campionato Europeo Superstock 1000 a Magny Cours tutti i piloti della ex-FIM Cup si sono migliorati rispetto alla mattinata e il miglior tempo è stato fatto segnare nuovamente da Federico Sandi. Il pilota del team Berclaz Racing aveva già chiuso al comando le FP1 girando in 1’40’510 e nella mezz’ora di prove pomeridiane a disposizione ha migliorato ulteriormente i suoi riferimenti fino a far stampare a pochi minuti dalla bandiera a scacchi un 1’40.135, tempo che lo ha riportato in testa dopo il temporaneo sorpasso a opera dei francesi Florian Marino e Jérémy Guarnoni. Sandi viene da tre weekend in cui ha girato molto forte nelle prove senza però riuscire a concretizzare in gara (per colpe non sue) e a Magny Cours la sua voglia di riscatto lo ha portato a far segnare ottimi tempi già nelle prove libere del venerdì, nella speranza che fili tutto liscio anche nelle sessioni successive e in gara.

Dietro a Sandi ha fatto segnare il secondo tempo Florian Marino, che ha girato in 1’40.235 dopo che con la sua Yamaha del team PATA era stato secondo già nelle FP1. Dietro al transalpino troviamo nuovamente il suo compagno di squadra Roberto Tamburini (1’40.268) e il pilota Kawasaki Pedercini Jérémy Guarnoni (1’40.478), terzo e quarto anche nella mattinata, mentre a chiudere la top 5 troviamo un Luca Vitali (1’40.642) capace di fare un bel salto in avanti e di migliorarsi di ben due secondi rispetto alle FP1.

L’Italia può vantare cinque suoi rappresentanti nella top 10 e infatti oltre a Sandi, Tamburini e Vitali si sono classificati nelle prime dieci posizioni anche Marco Faccani (8°) e Federico D’Annunzio (10°), mentre è rimasto fermo in undicesima posizione il leader del campionato Michael Rinaldi, due posizioni più indietro rispetto al suo rivale nella lotta per il titolo Toprak Razgatlioglu. Queste le posizioni degli altri italiani: 17° Riccardo Cecchini, 18° Emanuele Pusceddu, 26° Alex Bernardi, 28° Gabriele Ruiu e 29° Alessio Terziani.

Da segnalare la caduta nel finale dell’ucraino Ilya Mykhalchyk (che ha chiuso in sesta posizione) e il 15° e 16° tempo di due piloti abitualmente nelle prime posizioni come Maximilian Scheib e il pupillo di Troy Bayliss Mike Jones.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy