Superstock 1000 Jerez, Qualifiche: Markus Reiterberger in pole da wild card

Superstock 1000 Jerez, Qualifiche: Markus Reiterberger in pole da wild card

Al termine di una sessione conclusa con due minuti d’anticipo la pole position è andata alla wild card d’eccezione Markus Reiterberger. 3° Roberto Tamburini, solo 14° Michael Rinaldi.

di Alessandro Palma

Dopo lo spostamento delle FP3 al pomeriggio e una bandiera rossa durante le qualifiche della KTM RC Cup World Final si sono svolte più tardi del previsto le qualifiche dell’Europeo Superstock 1000 a Jerez de la Frontera e la pole position è andata alla wild card d’eccezione Markus Reiterberger. Il tre volte Campione Tedesco Superbike, che partecipa al round spagnolo per prepararsi in vista del 2018, ha fatto segnare il miglior tempo girando in 1’42.113 quando mancavano cinque minuti alla bandiera a scacchi ed è poi rimasto al comando fino alla fine.

“Reiti” ha ottenuto la pole battendo per soli 23 millesimi l’australiano Mike Jones, alla fine secondo col tempo di 1’43.136, mentre ha chiuso al terzo posto in 1’43.181 Roberto Tamburini. Il pilota romagnolo chiude una prima fila che vede tre piloti racchiusi in soli 68 millesimi e non è da escludere che in gara possa essere tra gli arbitri della lotta per il titolo, che coinvolge Michael Rinaldi (leader con 128 punti), il compagno di squadra di “Tambu” Florian Marino (120) e Toprak Razgatlioglu (114).

Nelle qualifiche svoltesi sul tracciato andaluso il più veloce tra i tre candidati al titolo è stato Marino, 5° col tempo di 1’43.535 alle spalle di Federico Sandi (altro potenziale arbitro) e davanti all’ucraino Ilya Mykhalchyk, mentre Razgatlioglu e Rinaldi hanno ottenuto solamente il 12° e 14° tempo. Alla luce del buon momento di forma di Marino, sempre sul podio nelle ultime tre gare, il pilota riminese e Razgatlioglu sono obbligati a fare una gara in rimonta se vogliono vincere il titolo. Una cosa è certa: ne vedremo davvero delle belle…

Per quanto riguarda gli altri italiani, il terzo dei nostri portacolori dopo Tamburini e Sandi è Federico D’Annunzio, 10° alle spalle della wild card Alejandro Medina e davanti al vincitore della gara dello scorso anno Maximilian Scheib. Queste invece le posizioni da cui partiranno gli altri italiani: 13° Marco Faccani (davanti a Rinaldi), 16° Andrea Mantovani, 17° Emanuele Pusceddu, 19° Gabriele Ruiu, 20° Luca Vitali, 32° Alex Bernardi e 35° Alessio Terziani.

Da segnalare l’ottimo 7° posto dell’altra wild card “scuola IDM” Florian Alt, il 29° posto del pilota Suzuki Naomichi Uramoto e la presenza in pista del cileno Vicente Kruger, che ha ottenuto il 31° tempo. Quest’ultimo era venuto a Jerez per assistere alle gare dei suoi cugini Maximilian e Martín Scheib (quest’ultimo wild card nel Mondiale Supersport), ma a partire dalle FP3 è stato ingaggiato dal team BMW 2R Racing per sostituire Riccardo Cecchini, costretto a dare forfait per l’infortunio alla mano sinistra rimediato nelle FP1.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy