Superstock 1000 Imola Qualifiche Rinaldi si prende la pole in casa

Superstock 1000 Imola Qualifiche Rinaldi si prende la pole in casa

Michael Ruben Rinaldi si prende la sua seconda pole position stagionale. Prima fila tutta italiana e cinque dei nostri nelle prime sei posizioni!

Commenta per primo!

Grande Italia nell’Europeo Superstock 1000! All’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola i nostri portacolori sono stati autori di un ottima qualifica e la gioia più grande è la pole position 100% “made in Italy” fatta segnare da un grandioso Michael Ruben Rinaldi. Il pilota del Ducati Aruba.it Junior Team ha fatto segnare un tempo di 1’49.113 a circa metà sessione e i suoi riferimenti sono poi rimasti imbattuti fino alla fine.

Alla gioia per la prestazione di Rinaldi si aggiunge quella per una prima fila tutta italiana: dietro al giovane riminese hanno chiuso Luca Vitali e Roberto Tamburini, che domani scatteranno dalla prima fila con le loro rispettive moto (Aprilia e Yamaha). Per entrambi si può parlare di soddisfazione doppia, visto che Vitali scatterà dalla “front row” per la prima volta da quando corre in Superstock 1000 e che Tamburini si sta riprendendo alla grande dall’infortunio rimediato ad Assen.

A completare la festa italiana troviamo due nostri portacolori che scatteranno dalla seconda fila e si tratta di Federico Sandi e Marco Faccani, qualificatisi quinto e sesto alle spalle del francese Florian Marino. Con cinque italiani nelle prime due file, si può sognare in grande!

Queste le posizioni degli altri italiani: 12° Matteo Ferrari, 14° Kevin Manfredi, 15° Luca Marconi, 16° Federico Sanchioni, 17° Kevin Calia, 19° Riccardo Cecchini, 21° Alex Bernardi, 23° Alessandro Nocco, 24° Emanuele Pusceddu e senza tempo Andrea Tucci e Federico D’Annunzio.

La sessione è stata caratterizzata dalla bandiera rossa per le cadute di Andrea Tucci alla Villeneuve e di Federico D’Annunzio al Tamburello (Tucci portato all’ospedale di Bologna per un trauma toracico) e dalle tante altre cadute che ci sono state a sessione ripresa: Cecchini e Ferrari sono finiti a terra alla Piratella, Marconi al Tamburello, Jérémy Guarnoni e Toprak Razgatlioglu alla variante finale e Toni Finsterbusch all’uscita delle Acque Minerali. A parte Tucci, tutti i piloti caduti sono illesi.

Griglia di partenza:

  1. 1 Michael Ruben Rinaldi (Ducati) 1’49.113
  2. 2 Luca Vitali (Aprilia) 1’49.742
  3. 3 Roberto Tamburini (Yamaha) 1’49.830
  4. 4 Florian Marino (Yamaha) 1’49.873
  5. 5 Federico Sandi (BMW) 1’49.889
  6. 6 Marco Faccani (BMW) 1’49.898
  7. 7 Mike Jones (Ducati) 1’50.039
  8. 8 Maximilian Scheib (Aprilia) 1’50.158
  9. 9 Toprak Razgatlioglu (Kawasaki) 1’50.316
  10. 10 Sébastien Suchet (BMW) 1’50.452
  11. 11 Jérémy Guarnoni (Kawasaki) 1’50.563
  12. 12 Matteo Ferrari (BMW) 1’50.730
  13. 13 Ilya Mykhalchyk (Kawasaki) 1’50.803
  14. 14 Kevin Manfredi (Kawasaki) 1’50.837
  15. 15 Luca Marconi (Yamaha) 1’51.018
  16. 16 Federico Sanchioni (BMW) 1’51.491
  17. 17 Kevin Calia (Suzuki) 1’51.536
  18. 18 Alex Schacht (Ducati) 1’51.616
  19. 19 Riccardo Cecchini (Kawasaki) 1’51.781
  20. 20 Eric Vionnet (BMW) 1’51.833
  21. 21 Alex Bernardi (BMW) 1’51.841
  22. 22 Julian Puffe (BMW) 1’51.846
  23. 23 Alessandro Nocco (Kawasaki) 1’52.018
  24. 24 Emanuele Pusceddu (Suzuki) 1’52.316
  25. 25 Marc Moser (Kawasaki) 1’52.448
  26. 26 Glenn Scott (Kawasaki) 1’52.518
  27. 27 Wayne Tessels (Kawasaki) 1’52.847
  28. 28 Toni Finsterbusch (Kawasaki) 1’53.145
  29. 29 Bryan Leu (Yamaha) 1’53.252
  30. 30 Maxime Cudeville (Kawasaki) 1’54.376
  31. 31 Andrea Tucci (Yamaha) senza tempo
  32. 32 Federico D’Annunzio (BMW) senza tempo

Foto: Marco Lanfranchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy