Superstock 1000 Assen Raffaele De Rosa fa sorridere la BMW

Superstock 1000 Assen Raffaele De Rosa fa sorridere la BMW

Il pilota campano vince la Superstock 1000 ad Assen, primo centro stagionale per il gigante BMW. Sul podio anche baby Michael Rinaldi, il futuro Ducati

Commenta per primo!

Raffaele De Rosa ha sbancato il secondo round della Coppa FIM Superstock 1000, la catagoria d’accesso della Superbike. Nella under 28 anni Assen ha strizzato l’occhio all’Italmoto ma fa sorridere anche il gigante BMW che torna al successo dopo il dominio Ducati nell’apertura di Aragon (Spa).

Rovinosa cadute invece per Riccardo Russo (Pata Yamha) che, scattato dalla pole, è volato via nel punto più veloce mentre era in seconda posizione. Purtroppo nel terribile volo Ricky si è fratturato tibia e perone della gamba destra. E’ già stato operato, tutti i dettagli qui.

In una gara  caratterizzata dalle bizze del meteo e da ben tre partenze per incidenti e olio in pista  28enne pilota campano, ex del Motomomdiale, ha sfruttato a meraviglia i consigli del supertecnico olandese Jan Vitteween, vincitore di 40 titoli Mondiali con Gilera (motocross) e Aprilia nella velocità, adesso consulente del team italiano Althea che ha in gestione in programma Superstock della marca bavarese.

De Rosa non è stata l’unica nota lieta, fa sensazione il secondo podio di fila (stavolta terzo posto) del 20enne Micahel Rinaldi, alla seconda uscita con le potentissime 1000 derivate dalla serie. Il riminese potrebbe presto diventare il futuro Ducati nelle derivate dalla serie.

Dietro di lui Faccani, Mantovani e Salvadori a completare la giornata trionfale degli italiani. E’ ancora a quota zero invece Roberto Tamburini, pupillo Aprilia incappato nel secondo, pesantissimo “zero” di fila.

Foto Diego De Col

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy