Superstock 1000 Aragon Aprilia da battere con Maximilian Scheib?

Superstock 1000 Aragon Aprilia da battere con Maximilian Scheib?

Il talento cileno Maximilian Scheib con l’Aprilia può diventare il pilota da battere nell’Europeo Superstock che si apre ad Aragon?

Commenta per primo!

9 gare, 6 case, 34 piloti (più eventuali wildcard) e almeno 10 candidati alla vittoria: ecco come si presenterà ad Aragon il Campionato Europeo Superstock 1000 2017. Conosciuta fino allo scorso anno come FIM Cup, la STK si avvicina al primo weekend stagionale con una griglia di altissimo livello in cui abbondano gli italiani (ben 16) e anche i favoriti per la vittoria del primo round e per il titolo.

ARRIBA CHILE – Uno dei piloti da tenere maggiormente d’occhio è senza dubbio Maximilian Scheib. Il 21enne cileno è stato ingaggiato dal team Nuova M2 Racing dopo la strepitosa vittoria ottenuta da wildcard lo scorso anno a Jerez e ha dimostrato di trovarsi molto bene con la 1000 cc tanto da chiudere al secondo posto il CEV Superbike 2016 dietro solo al veterano Carmelo Morales. Ora “Maxi” ha davanti a sé una grande occasione per confermare quanto di buono ha mostrato scorso anno e punterà al massimo traguardo in sella alla Aprilia RSV4 RF del team che due anni fa ha portato alla vittoria Lorenzo Savadori.

GUARNONI – Un altro sicuro candidato al titolo è il francese Jérémy Guarnoni. Il pilota di Tolosa sarà al suo secondo anno consecutivo col team di Lucio Pedercini e punterà a riscattarsi dopo un 2016 al di sotto delle aspettative. La Kawasaki è reduce da almeno due stagioni di sofferenza nella categoria e la speranza è che la nuova Ninja ZX-10RR possa permettere a piloti come il 24enne transalpino di lottare costantemente per la vittoria. Oltre a “Jey #11”, la casa di Akashi punta su Toprak Razgatlioglu, pupillo di Kenan Sofuoglu e Campione Europeo Superstock 600 2015 da assoluto dominatore. Lo scorso anno il giovane pilota turco è stato il miglior pilota Kawasaki grazie al 5° posto finale e ai due podi ottenuti nel finale di stagione e si è comportato molto bene al suo primo anno con la 1000 cc. Manuel Puccetti crede molto nel suo talento e le possibilità di vederlo lottare per la vittoria a ogni gara ci sono tutte.

SUZUKI – Oltre ai piloti fin qui menzionati, l’elenco dei favoriti include anche numerosi piloti italiani. In attesa di vedere cosa potranno fare Kevin Calia ed Emanuele Pusceddu con le Suzuki del team RSV Phoenix, l’Italia può contare su ragazzi come Marco Faccani (Campione Europeo Superstock 600 2014 e al via con la BMW del team Althea ereditata dal campione in carica Raffaele de Rosa), Roberto Tamburini (pilota ufficiale Yamaha dopo un 2016 non eccezionale con la Aprilia del team Nuova M2) e Michael Ruben Rinaldi. Il Vicecampione Europeo Superstock 600 2015 (dietro a Razgatlioglu) si presenterà ad Aragon dopo una buona stagione di debutto e ha dalla sua parte il Ducati Aruba.it Junior Team, che crede molto nelle potenzialità del pilota riminese.

DUCATI POWER – Rinaldi, però, dovrà fare i conti con un altro scomodissimo compagno di squadra. Con Leandro “Tati” Mercado passato in Superbike, la squadra ufficiale Ducati ha ingaggiato per la STK1000 2017 l’australiano Mike Jones. Pupillo di Troy Bayliss, Jones è stato Campione Australiano Superbike nel 2015 e lo scorso anno a Phillip Island ha conquistato punti sia nelle gare disputate come wildcard nel Mondiale Superbike, sia in quella a cui ha partecipato come sostituto di Hector Barbera (allora chiamato a rimpiazzare l’infortunato Andrea Iannone nel team ufficiale Ducati) nel team Avintia in MotoGP. Il 23enne di Brisbane conosce quasi tutte le piste, avendo preso parte all’Europeo Superstock 600 nel 2013, e ha tutte le potenzialità e i mezzi per giocarsi il titolo già al suo primo anno nella categoria.

OCCHIO AL TAMBU – In conclusione segnaliamo tra i favoriti il francese Florian Marino, al rientro dopo il grave infortunio dello scorso anno ma competitivo nel precampionato in sella alla Yamaha ufficiale del team MotoXRacing (affiancherà Tamburini), e l’ucraino Ilya Mikhalchik, Vicecampione Europeo Supersport 2016 e già a suo agio con la Kawasaki del team italo-tedesco Triple M Racing. Da tenere d’occhio anche altri piloti italiani come Luca Vitali (Nuova M2), Kevin Manfredi e Alessandro Nocco (questi ultimi due ingaggiati dal team DDM by BWG and Bike & Motor).

Chi succederà a Raffaele de Rosa nell’albo d’oro della Superstock 1000? Lo scopriremo seguendo il campionato a partire dalle 15:15 di domenica, quando scatterà la prima gara di una stagione che si preannuncia davvero spettacolare.

Superstock Elenco ufficiale iscritti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy