Supersport Thai, Gara: Krummenacher torna al successo

Supersport Thai, Gara: Krummenacher torna al successo

La gara del Mondiale Supersport a Buriram vede Randy Krummenacher vincere (dopo due anni di digiuno) battendo nel finale Lucas Mahias. 3° Federico Caricasulo.

di Alessandro Palma

In attesa di notizie sul futuro di Kenan Sofuoglu, la gara del Mondiale Supersport a Buriram ha regalato un’emozionante lotta per la vittoria che ha visto coinvolti cinque piloti, tutti in sella a Yamaha YZF-R6. Lucas Mahias, Jules Cluzel, Randy Krummenacher, Federico Caricasulo e Sandro Cortese si sono giocati la vittoria dal primo all’ultimo giro a suon di sorpassi e strategie e alla fine la vittoria è andata a Krummenacher davanti a Mahias e Caricasulo.

LA GARA – Fin da subito la lotta per la vittoria ha coinvolto solo piloti Yamaha. Alla partenza lo spunto migliore lo hanno avuto Cluzel e Mahias, coi due piloti transalpini che hanno mantenuto le prime due posizioni davanti a Caricasulo e Krummenacher. I quattro hanno subito staccato gli altri e successivamente sono stati raggiunti da Cortese, rimasto intruppato nel gruppo nelle primissime fasi. Se nei primi due giri aveva occupato la terza posizione dietro a Cluzel e Caricasulo, al terzo giro dei 17 previsti Mahias ha superato “Carica” e si è messo alle spalle di Cluzel, che ha poi superato all’ottavo giro. Cluzel si è poi ripreso la testa della gara davanti a Mahias, con quest’ultimo scavalcato anche da Krumenacher.

FINALE – Quando mancavano cinque giri è arrivato il colpo di scena: Cluzel è caduto alla curva 5 mentre era in testa, dovendo così dire addio alla prima vittoria stagionale per lui e per il debuttante Nerds Racing Team. Con “Julo” fuori combattimento, Krummenacher e Mahias hanno staccato Caricasulo e Cortese fino a mettere un secondo tra loro e i due inseguitori e il pilota svizzero si è poi difeso dagli attacchi di Mahias durante tutto l’ultimo giro. All’ultima curva Mahias ha fatto un ultimo tentativo di sorpasso, ma “Krummenator” ha risuperato il transalpino con l’incrocio di traiettorie, durante il quale i due si sono anche dati una spallata sul rettilineo. Così facendo, Krummenacher è andato a vincere la gara davanti a Mahias, Caricasulo e Cortese. Prima vittoria dopo due anni di digiuno per Krummenacher (il suo ultimo successo era stato a Phillip Island nel 2016) e prima vittoria nel Mondiale Supersport per il team BARDAHL Evan Bros., passato quest’anno a Yamaha dopo numerose stagioni con Honda.

GLI ALTRI – Dietro al quartetto Yamaha, la wild card Thitipong Warokorn ha completato la top 5 con la sua Kawasaki. Il pilota thailandese ex-Mondiale Moto2 ha preceduto Anthony West, un discreto Raffaele de Rosa, l’altra wild card Ratthapong Wilairot e Niki Tuuli, col pilota Triumph Luke Stapleford a chiudere la top 10. 15° posto per Ayrton Badovini, ancora in grande difficoltà con la MV Agusta. Detto di Cluzel, si sono ritirati anche Nacho Calero e Lachlan Epis (anch’essi caduti) e Kyle Smith (fuori per problemi tecnici).

Cattura

CAMPIONATO – In campionato Randy Krummenacher raggiunge Lucas Mahias in testa alla classifica a quota 45 punti, con Federico Caricasulo e Sandro Cortese a inseguire a quota 29 punti. Chiude la top 5 Raffaele de Rosa, quinto a quota 19 punti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy