Supersport Federico Caricasulo, 2° al debutto nel Mondiale

Supersport Federico Caricasulo, 2° al debutto nel Mondiale

Chi è il pilota del giorno: 19 anni, studente modello al liceo scientfico, ex tricolore Supersport. Corre con un gruppo di amici ma è già in orbita Honda Europa

Commenta per primo!

In Australia non era mai stato neanche da turista. Federico Caricasulo, 19 anni, è arrivato da debuttate assoluto e porta a casa uno strepitoso secondo posto in Supersport. Primo dei piloti Honda, meglio anche dell’ufficiale PJ Jacobsen, piegato solo dal missile Kawasaki che ha messo le ali all’ex GP Randy Krummenacher. Anche per lo svizzero è stato un fine settimana da record: anche per lui era la prima volta nelle medie cilindrate e nessuno era mai riuscito a vincere al primo colpo.

Chi è Federico Caricasulo?Caricasulo PI Race a

“Ho 19 anni e vivo a Ravenna. Lo so, mi chiederete se mi manda Marco Melandri, che vive vicino a casa mia. No, io mi mando da solo. Ovviamente ci conosciamo tutti, a Ravenna c’è un bel gruppo di teste calde: io, Marco Faccani, Marco Melandri e Davide Tardozzi che ci fa un po’ da consigliere. Ecco, Davide qualche consiglio ce lo offre, soprattutto al mio manager. Per il resto cammino con le mie gambe.”

Ci parli dei tuoi precedenti?

“Nel 2014 ho vinto il campionato italiano Supersport, sempre con la Honda. Anno scorso ho fatto l’Europeo Stock 600 compromettendo la stagione con la caduta e frattura di Imola. Ma nel finale sono tornato veloce. Volevo a tutti i costi il Mondiale, sapevo che non erano marziani e me la sarei potuta giocare.”

Infatti…

“E’ stata una bella battaglia, ci sono stati parecchi contatti. Mi devo scusare con Lorenzo Zanetti, ci siamo toccati e gli ho rotto il radiatore, facendolo cadere. Non doveva succedere, ma sono le corse. Adesso andiamo in Thailanda, altro Paese e pista sconosciuti. Ho tutto da imparare, partirò con calma come in Australia, nelle prime prove ero a metà classifica. Non so cosa aspettarmi, ce la metto tutta ogni volta poi vediamo. Qui a Phillip Island mi sono divertito.”

Ci parli del Team?World Superbike Championship Round One - Practice

“Bardhal Evan Bros, di Ravenna anche loro. Siamo un gruppo di amici, mi conoscono da quando ho cominciato mi trovo benissimo con loro. Spero di regalare loro qualche altra giornata come questa.”

La Honda ti ha già messo gli occhi addosso, vero?

Mi aiutano da diversi anni, la filiale europea ci dà una mano. Ho dei premi in base ai piazzamenti. Primo, secondo e terzo, per l’appunto.”

Caricasulo non è un nome romagnolo. Da dove arriva la tua famiglia?

“Mio babbo è di Imola, mamma di Rimini. I miei genitori non sono appassionati di moto, anzi. Ho fatto tutto da solo. Cercherò di farli appassionare io…”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy