Supersport Misano, Gara: Federico Caricasulo trionfa in casa

Supersport Misano, Gara: Federico Caricasulo trionfa in casa

Federico Caricasulo domina la gara di Misano e torna a vincere dopo quasi un anno e mezzo di digiuno. Secondo Raffaele De Rosa.

di Alessandro Palma

Come ampiamente pronosticabile dopo le prove libere e la Superpole, Federico Caricasulo ha ottenuto una strepitosa vittoria su quella che è la sua vera pista di casa: Misano. Scattato dalla pole position, il ravennate si è trovato in seconda posizione alle spalle di Jules Cluzel, ma un bel sorpasso sul francese alla Variante del Parco lo ha portato in prima posizione al quarto dei 19 giri previsti e lì è iniziato un dominio terminato con la bandiera a scacchi. “Carica” ha così ottenuto la sua seconda vittoria in carriera nel Mondiale Supersport, quasi un anno e mezzo dopo aver festeggiato il suo primo successo a Buriram. Sul podio con Caricasulo ci sono saliti Raffaele De Rosa, al quinto podio consecutivo, e Sandro Cortese, che in campionato guadagna qualche punto su Cluzel (4°).

SORPASSO DECISIVO – Come detto, all’inizio a partire meglio di tutti è stato Cluzel, che si è portato davanti a Caricasulo con un ottimo spunto dalla seconda posizione. Mentre il suo connazionale Lucas Mahias finiva a terra al secondo giro (highside alla Curva del Tramonto mentre lottava con De Rosa), “Julo” ha provato a rimanere davanti a tutti e ad arginare gli attacchi di Caricasulo, visibilmente più competitivo. Alla quarta tornata, però, Caricasulo ha rotto gli indugi superando Cluzel alla Variante del Parco e poco dopo De Rosa ha fatto la stessa cosa alla Rio 1, relegando così il pilota Yamaha Nerds Racing Team alla terza posizione.

FUGA – Nei giri immediatamente successivi al sorpasso su Cluzel, Caricasulo ha iniziato a spingere per liberarsi di De Rosa, ma il pilota napoletano della MV Agusta è riuscito comunque a rimanergli vicino. Questo finché l’alfiere GRT Yamaha non ha poi forzato ulteriormente a partire dal settimo giro, quando ha iniziato ad allungare sul suo inseguitore fino ad avere un vantaggio superiore al secondo, che ha poi gestito fino a metà gara inoltrata. De Rosa e Cortese hanno provato a riavvicinarsi a Caricasulo, ma negli ultimi giri il ravennate è tornato a girare più forte dei due e questo gli ha consegnato definitivamente una vittoria d’oro per il morale e per il team GRT Yamaha, che può consolarsi alla grande dopo l’errore di Mahias.

PODIO PER DE ROSA – Dopo una serie di quattro terzi posti, Raffaele De Rosa è arrivato sul podio anche a Misano, ma stavolta in seconda posizione. Dopo aver cercato di tenere il passo di Caricasulo, “Raff” ha dovuto spingere per tenere dietro Sandro Cortese (Yamaha Kallio Racing) e alla fine ha ottenuto il suo quinto piazzamento sul podio consecutivo. Cortese ha invece ottenuto un terzo posto che lo tiene in testa al campionato, anche perché, dopo una bella partenza, il suo rivale Jules Cluzel è calato fino alla quarta posizione. Quinto posto in solitaria per Randy Krummenacher (Yamaha BARDAHL Evan Bros.), mentre Anthony West ha chiuso sesto davanti a Kyle Smith. 13° tempo per Rob Hartog, in trionfo nell’Europeo dopo una rimonta dalla ventitreesima posizione

GLI ITALIANI – Per quanto riguarda gli altri italiani è da segnalare la lodevole prestazione della wild card Lorenzo Gabellini, ottavo con la Yamaha del GAS Racing Team in configurazione CIV. Il 19enne di Rimini, sceso in pista con una livrea e un casco dedicati alla Notte Rosa, ha fatto una bella rimonta dalla quattoridcesima posizone e alla fine ha preceduto per pochi decimi Hikari Okubo e Ayrton Badovini, quest’ultimo in top 10 dopo essere partito nelle retrovie. Punti anche per Marco Bussolotti (11°), mentre li ha mancati per poco il Campione Italiano Supersport in carica Davide Stirpe (16°). 18° e 19° Roberto Mercandelli e Michael Canducci, mentre Alfonso Coppola ha tagliato il traguardo al 23° posto dopo una caduta al secondo giro.

VALTU CHE PECCATO – Tra chi non ha concluso la gara va segnalato, oltre al già menzionato Lucas Mahias (pasticcio pesante in ottica campionato…), anche Stefano Valtulini, che ha di che rammaricarsi: dopo una grande partenza, il pilota bergamasco (iscritto come wild card) è finito a terra alla Curva del Carro mentre era in lotta per la quarta posizione con Cluzel. Grande sfortuna, invece, per Alex Baldolini: il pilota di Cesena non ha potuto prendere parte alla gara per una caduta con Eemeli Lahti nel giro di formazione…

Cattura

Photo Credit: Marco Lanfranchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy