Supersport Germania: Gara, Vince Sheridan Morais, paura per Caricasulo

Supersport Germania: Gara, Vince Sheridan Morais, paura per Caricasulo

Sheridan Morais vince una gara interrotta con due giri d’anticipo per il brutto incidente di Federico Caricasulo e Lucas Mahias. Sofuoglu 2° ora a -1 da Mahias.

Commenta per primo!

Sheridan Morais si porta a casa la sua prima vittoria nel Mondiale Supersport al termine di una gara conclusa con due giri d’anticipo. Motivo? La brutta caduta che ha coinvolto Federico Caricasulo e il compagno di squadra Lucas Mahias all’inizio del penultimo giro.

PAURA PER “CARICA” – Il pilota di Ravenna è infatti scivolato alla curva 2 nel tentativo di resistere all’attacco di Kenan Sofuoglu ed è stato poi investito da un totalmente incolpevole Mahias. Bandiera rossa, Caricasulo portato al centro medico in ambulanza (si attendono aggiornamenti sulle sue condizioni) e classifica aggiornata al diciassettesimo dei 19 giri previsti che premia Morais davanti a Kenan Sofuoglu e Mahias, mentre “Carica” non viene classificato in quanto non è rientrato ai box.

LA GARA – Il brutto incidente che ha coinvolto i due piloti del team GRT Yamaha ha posto fine in anticipo a una gara che ha visto il quintetto formato da loro, Morais, Sofuoglu e Jules Cluzel. Il pilota sudafricano ha occupato la prima posizione per quasi tutta la gara dopo un ottimo spunto al via e Caricasulo è sempre rimasto incollato al pilota del team Kallio Racing, nei confronti dei quali sembrava averne nettamente di più. Nel frattempo, Mahias e Sofuoglu hanno rimediato a una partenza non brillantissima riprendendo il terzetto di testa (che comprendeva anche Cluzel) a suon di giri veloci e hanno ingaggiato una bella battaglia con “Julo” che ha anche visto Mahias finire dritto alla curva 6 all’ottavo passaggio, errore a cui il forte pilota transalpino ha rimediato recuperando subito il terreno perso.

BANDIERA ROSSA – Al terzultimo giro Caricasulo ha rotto gli indugi e si è preso la prima posizione sorpassando Morais alla prima curva, venendo imitato poco dopo da Sofuoglu. Il pluricampione turco ha poi ricucito il piccolo gap che si era creato tra il pilota Yamaha e i suoi inseguitori dopo il sorpasso su “Shez” e lo ha poi attaccato all’inizio della tornata successiva, manovra che è poi terminata con la caduta di Caricasulo e il coinvolgimento di un Mahias che non ha potuto fare niente per evitare l’impatto. La gara è così terminata con “Carica” portato via in ambulanza e la classifica aggiornata al giro precedente: Morais, Sofuoglu e Mahias salgono sul podio. Grazie al secondo posto, Sofuoglu recupera quattro dei cinque punti che lo separavano da Mahias e ora si trova a quota 120 punti contro i 121 del ragazzo francese. Pienamente in gioco per il titolo anche Morais, ora a quota 101 punti e distanziato di sole venti lunghezze dalla testa grazie a quella che è la sua prima vittoria nel Mondiale Supersport.

GLI ALTRI – Quarto posto finale per Jules Cluzel, contrariato per aver perso il podio, mentre ha chiuso al quinto posto un Niki Tuuli penalizzato in griglia per comportamento irresponsabile durante il warm-up e rimasto imbottigliato nel traffico dopo la partenza. Sesto Lorenzo Zanetti, di fatto il primo italiano in classifica al rientro nel Mondiale Supersport con la MV ex-Rolfo, mentre Kyle Smith, Anthony West, l’ottima wildcard Thomas Gradinger e Luke Stapleford hanno chiuso tra la settima e la decima posizione. A punti Christian Gamarino (12°) Alessandro Zaccone (14°) e Michael Canducci (15°).

 

Foto: Philippe Damiens

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy