Supersport Donington Superpole Kenan Sofuoglu torna in pole position

Supersport Donington Superpole Kenan Sofuoglu torna in pole position

Kenan Sofuoglu si prende la pole position con un giro in 1’30.904 davanti a Lucas Mahias e Jules Cluzel. 11° Christian Gamarino migliore degli italiani

Commenta per primo!

Kenan Sofuoglu si è preso la pole position del sesto round del Mondiale Supersport 2017 e la sua seconda pole stagionale dopo quella ottenuta ad Assen! Dopo aver sfoggiato un passo insostenibile per gli altri nelle prove libere del venerdì, il campione turco è riuscito a prendersi anche il primo posto della Superpole 2 con un fantastico giro in 1’30.904 che è stato avvicinato solo nel finale dal leader del campionato Lucas Mahias (autore di un best lap in 1’30.971) e quanto fatto vedere finora nel weekend lascia pochi dubbi: anche a Donington la sfida è tra Sofuoglu e il resto della griglia!

Dietro al pilota del team Puccetti Racing e a Mahias chiude la top 3 un positivo Jules Cluzel (1’31.485), il quale chiude una prima fila che parla turco e francese. In seconda fila, invece, si parla solo inglese grazie alle prestazioni del britannico Luke Stapleford (1’31.559), dell’irlandese Jack Kennedy (1’31.565) e dell’americano PJ Jacobsen (1’31.622), con Stapleford e Kennedy autori di una bellissima Superpole che ha permesso al team Triumph Profile Racing di entrare nella top 5 con entrambe le sue moto.

Terza fila tutta British con la wildcard del team Halsall Racing Joe Francis davanti a Gino Rea e Kyle Smith, mentre a chiudere la classifica della Superpole 2 troviamo Sheridan Morais, il nostro Christian Gamarino e Hikari Okubo. “Gama” è l’unico pilota italiano ad aver preso parte alla Superpole 2 e ha chiuso la sessione con un tempo di 1’32.144.

Queste le posizioni da cui partiranno gli altri italiani: 13° Federico Caricasulo, 17° Michael Canducci, 18° Alex Baldolini, 21° Roberto Rolfo, 22° Alessandro Zaccone, 31° Jacopo Cretaro. “Zac” e Cretaro sono rispettivamente secondo e sesto nella classifica dell’Europeo, la quale è guidata dall’estone Hannes Somer (15° assoluto davanti ad Anthony West).

Da segnalare che nella SP1 ci sono state le cadute senza conseguenze di Rob Hartog e Niki Tuuli alla Fogarty Esses e di Xavi Cardelús alla Goddards.

Foto: Marco Lanfranchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy