Supersport: Chiude il team di Jules Cluzel, Mondiale in fumo?

Supersport: Chiude il team di Jules Cluzel, Mondiale in fumo?

Ormai il Nerds Racing Team sembra in grave difficoltà e Jules Cluzel e Thomas Gradinger rischiano di trovarsi a piedi. Ci spiega tutto Andrea Ballerini, capotecnico di Cluzel.

di Alessandro Palma

È sempre più grigio il futuro nel Nerds Racing Team. Al debutto nel Mondiale Supersport, il team indiano ha ottenuto finora ottimi risultati con l’esperto Jules Cluzel (2° in campionato a -5 da Sandro Cortese con tre vittorie e altri due podi) e il promettente Thomas Gradinger (spesso in top 10 al suo primo anno nel WorldSSP), ma allo stato attuale sembra impossibile che la squadra finisca la stagione e Cluzel e Gradinger potrebbero presto ritrovarsi a piedi.

ANTEFATTO – Qualche problema c’era già stato a metà aprile. In quell’occasione l’ex-team manager Gary Reynders aveva ordinato che i camion del team venissero deviati e non andassero al Motorland Aragon, teatro del terzo round stagionale, ma il tutto si era risolto per il meglio anche grazie alla polizia locale. Allora era anche stato smentito che il team avesse problemi economici, ma in questo periodo sta piano piano venendo a galla la verità e a dipingere il quadro della situazione è Andrea Ballerini, ex-pilota e attuale capotecnico di Jules Cluzel.

È vero che il Nerds Racing Team è seriamente a rischio chiusura?

Posso confermarlo. Non riceviamo lo stipendio dal 30 aprile e i membri del team, me compreso, si stanno guardando intorno. Il proprietario (Vafi Khan, ndr) continua a rassicurarci e a dire che finiremo la stagione, ma ormai la situazione è diventata insostenibile e molto probabilmente a settembre non andremo a Portimao (teatro del prossimo round, ndr). Già a Misano nessuno voleva lavorare, ma io ho pensato a come si sarebbero sentiti i piloti e alla fine ho convinto tutti ad affrontare la tappa romagnola. Molto probabilmente, quella è stata l’ultima gara del team.

Già a metà aprile c’erano stati problemi, ma sembrava fosse tutto OK…

Gary Reynders è stato il primo a capire che qualcosa non andava, ma in quel periodo venivamo pagati regolarmente e quindi non gli abbiamo dato molto credito. La situazione sembrava tranquilla, al punto che, dopo la gara di Assen, abbiamo fatto un test al Mugello e il proprietario ha pagato tutto senza problemi. Ma già dalla gara di Imola non abbiamo più ricevuto niente se non continue rassicurazioni e questo è quello che sta succedendo anche in questo periodo.

Una situazione molto complicata, che rovina anche il lavoro fatto dal team e da Jules Cluzel.

A Phillip Island e Buriram abbiamo avuto dei problemi, ma da Aragon in poi Jules ha ottenuto tre vittorie (ad Assen, Imola e Brno, ndr) e altri grandi risultati e ora è a soli 5 punti dal leader Sandro Cortese. Jules è un pilota fantastico e sarebbe davvero un peccato buttare via quanto fatto finora. Il suo entourage non ha novità, ma spero davvero che trovi un’altra sella, se il Nerds Racing Team si ferma.

In molti lo accostano al team Kawasaki Puccetti. 

Questa voce gira da un po’ di tempo, ma di concreto non c’è ancora nulla. Vedremo…

 

Photo Credit: SP8 Images

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy