Supersport Assen Kyle Smith vince la lotteria olandese

Supersport Assen Kyle Smith vince la lotteria olandese

Nove giri sull’asciutto, poi stop per grandine. Nella gara sprint il britannico Honda piega Rea e Sofuoglu. Strepitosa rimonta di Ayrton Badovini

Commenta per primo!

Una Supersport davvero complicata, quella che ha visto trionfare Kyle Smith con la Honda del team CIA Landlord. Complice la grandine, apparsa a dieci giri dal termine, la gara si è divisa in due partenze che hanno reso la vita difficile a più di un top rider.

Alla partenza Sofouglu è riuscito a mantenere la testa della gara alla prima curva, con PJ Jacobsen che si è lanciato immediatamente all’inseguimento saltando di puro motore la Triumph di Stapleford. Krummenacher e Baldolini hanno chiuso il primo giro ai margini della Top5,  mentre Cluzel ha optato per una tattica conservativa iniziando la sua rimonta dal dodicesimo posto con calma per evitare errori.

Krummenacher non è riuscito a mantenere il passo forsennato imposto dal tris di testa. A neanche metà gara lo svizzero già accusava due secondi di distacco. A dieci giri dalla fine della gara è arrivata la svolta, ma è stato il tempo atmosferico a essere il protagonista: un violento acquazzone si è abbattuto sulla pista, obbligando la direzione gara all’esposizione della bandiera rossa, e a subire i danni peggiori da questo colpo di scena sono stati Stapleford e Jacobsen, scivolati rovinosamente prima di poter rientrare ai box.

Vista la mancanza del raggiungimento dei due terzi di gara, i punti iridati sono stati assegnati da una gara sprint composta da sei giri, che ha rimescolato molte delle carte in tavola. Cluzel e Zanetti sono affondati definitivamente, cogliendo zero punti per il team ufficiale MV Agusta e minando seriamente i programmi di rivincita per il 2015.  A trionfare su un asfalto insidioso è Kyle Smith per i team CIA Landlord Honda, davanti a un Gino Rea che ha dato spettacolo con la sua MV e a Kenan Sofouglu, che saggiamente si è accontentato dei punti. Quarto Krummenacher davanti a al nostro Baldolini e a Ilya Mikhalchik che con la  sesta posizione ha fatto il pieno per il campionato europeo.

Eccezionale la rimonta di Ayrton Badovini emerso dal fondo del gruppo per acciuffare una settima posizione al debutto con la Honda Lorini, risultato mprevedibile dopo la caduta e i problemi incontrati in prova. Badovini ha preceduto il 16enne Axel Bassani 2° tra i piloti dell’Europeo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy