Supersport Aragon FP2 Che bravi Bassani e Zaccone!

Supersport Aragon FP2 Che bravi Bassani e Zaccone!

Axel e Alessandro hanno appena 17 anni, debuttano nel Mondiale e sono già al vertice: c’è aria nuova (italiana) in Supersport

Ci siamo lamentati per anni che in Supersport non ci fossero italiani vincenti ed ecco servita l’abbuffata: cinque nei primi sei. Nel deserto (in tutti i sensi) di Aragon ne abbiamo piazzati cinque nei primi sei:  Axel Bassani, Lorenzo Zanetti, Roberto Rolfo, Alessandro Zaccone e Christian Gamarino in fila indiana dietro a un Monsieur Jules Cluzel che sta facendo volare la MV Agusta.

Il quintetto è ben assortito: ci trovi dentro un vecchio marpione delle piste come Rolfo, lo Zanetti che rappresenta la generazione di mezzo e tre belle promesse. Gamarino ha già assaggiato il Mondiale lo scorso anno, è un tipetto da tenere d’occhio che potrebbe esplodere da un momento all’altro. Ma le vere sorprese sono Bassani e Zaccone, entrambi classe 1999. A soli diciassette anni debuttano domenica nel Mondiale, senza alcun timore reverenziale.

Girare insieme a questi piloti così esperti un po’ di agitazione la mette, ero curioso di vedere come andava Sofuoglu ma ho trovato Krummenacher (ex del Motomondiale, vincitore in Australia ndr) e l’ho seguito per alcuni giri per vedere come andava” ha commentato Bassani, volto da bambino e sguardo assai vispo. “Beh, ho cercato di fare quello che faceva lui. Ed eccomi qua. Ero convinto di poter far bene, lo ammetto, ma il secondo tempo proprio no…”

Bassani ha già debuttato in campo internazionale con due wild card nella defunta Stock600 andando a podio a Magny Cours: la stoffa, quando c’è, si vede subito.

Zaccone invece è una new entry assoluta. Biondo platino, un po’ più grande fisicamente di Bassani. Sono amici e avversari da più di dieci anni, cioè da quando hanno debuttato in minimoto.

Qui ad Aragon abbiamo fatto dei test qualche settimana fa, penso che sarà più dura sulle piste che proprio non conosciamo, ma come inizio non c’è male, davvero. Non so che dire, grazie a tutti!”

Bassani e Zaccone sbarcano nel Mondiale con il tappeto rosso: hanno due Kawasaki gioiello “la stessa configurazione ZX-6R con la quale Sofuoglu ha vinto lo scorso Mondiale” precisa il mentòre Manuel Puccetti. E hanno al fianco due ex piloti di vasta esperienza: Cristiano Migliorati è il consigliere di Zaccone, mentre Stefano Cruciani è a fianco di Bassani.

“Ce le siamo date in pista per tantissime stagioni, adesso ci sfidiamo a distanza io e Cristiano, cercando di mettere le nostre cognizioni a disposizione di questi ragazzi” sorride Cruciani. “Sono entrambi bravissimi, non vanno solo forte, hanno anche la “testa” giusta per fare i piloti. E ovviamente un pacchetto tecnico di primissimo ordine. L’avessimo avuto io e Cristiano ai nostri tempi un potenziale così…”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy