Supersport Alex Baldolini: “Nel 2017 voglio la top 5 Mondiale”

Supersport Alex Baldolini: “Nel 2017 voglio la top 5 Mondiale”

Il marchigiano racconta la stagione e svela le ambizioni per il futuro. Forse ATK25 con una seconda moto per una giovane promessa

Commenta per primo!

Alex Baldolini è stato uno dei migliori privati della Supersport 2016,  prima che l’incidente rimediato durante le qualifiche di Magny-Cours non compromettesse la parte finale del Mondiale. Saltate due tappe (Francia e Spagna)  Alex si è presentato dolorante ma carico per il round di chiusura in Qatar. Ma qualcosa non ha funzionato.

“Stavo seguendo Krummenacher, poi purtroppo ho commesso un errore e sono caduto. Il weekend era partito davvero bene, tenevo un ritmo competitivo e l’unico problema era la mia tenuta in chiusura. Gli ultimi cinque giri sono stati davvero duri, ma era una gara e bisognava provarci.

Come ti senti?

“Sto bene, fortunatamente non mi sono fatto ulteriormente male, tant’è che la moto l’ho rialzata da solo, anche grazie alla foga del momento. Peccato, perché si poteva fare un bel risultato.”

Un circuito come Losail aiuta in queste condizioni?

Si, alla fine i punti critici erano solamente due, ossia la staccata alla fine del rettilineo ed il veloce cambio di direzione a metà pista. La prima chiaramente pesa per il trasferimento, mentre nel secondo l’anteriore si alleggerisce e bisogna tenere forte la moto. Li il dolore non mi aiutava molto, ma non ero lontano dalle prestazioni dei miei avversari. Diciamo che ero al 90%, se fossi stato al 100% chissà… ”

La MV ha avuto qualche problema di affidabilità anche in Qatar. Come preparate le moto nel vostro team?

“Noi abbiamo girato con la stessa configurazione tutto il mondiale. Onestamente, se escludiamo il problema in Spagna, non siamo messi male; considerando tutto mi è rimasto un motore intatto, che se avessi corso le due tappe che ho saltato avrei utilizzato. Quindi con sei motori noi del team ATK non abbiamo avuto problemi esagerati, evidentemente l’esperienza maturata nel 2015 ci ha aiutato.”

Che progetti hai per il 2017?

“Ci sto lavorando, prima di tutto devo chiudere il budget. Nei prossimi giorni si parlerà tanto per riuscire a far quadrare i conti, da li cercheremo di capire. La seconda moto mi piacerebbe, principalmente per tirare su una giovane promessa. Stavo pensando anche di fare una 300, per ora sono solo parole e prima di finalizzare devo sistemare il budget per la mia moto.”

E per l’Alex pilota?

“Voglio arrivare nei primi cinque a fine anno. In Francia andavo bene, Jerez mi piace molto e ho perso la possibilità di giocarmi entrambe le gare. In Qatar pensavo sarebbe andata peggio e invece ero competitivo, vedendo i zeri e sapendo che forse si potevano evitare ci saremmo potuti giocare la sesta posizione quest’anno. L’anno prossimo faremo ancora meglio.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy